Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, il bilancio 2021 della Polizia di Stato: aumentano le violenze di genere

Sei arresti e 16 denunce per reati contro le donne. Rilasci del porto d'armi in forte aumento

ASCOLI- Sono diminuiti gli arresti per droga nel 2021, passati da 32 di un anno fa a 30 ma sono triplicate le denunce, passate da 17 a 57. È quanto emerge dal bilancio dell’attività della Polizia di Stato. Sempre in materia di stupefacenti, i sequestri di eroina sono saliti da appena 8 grammi del 2020 a 1086 grammi del 2021. Scese invece le quantità di cocaina recuperate – da 511 grammi a 138 – e di hashish, da 21 a 14 chili. Molto maggiore invece il denaro sequestrato dalla Polizia nell’ultimo anno, rispetto a quello precedente : 90 mila euro contro 3825.

Più in generale, come risultato dell’azione di contrasto alla criminalità il lavoro della Questura ascolana ha portato all’arresto di 93 persone contro le 89 del 2020, mentre i denunciati in stato di libertà sono stati molto di meno, a causa della ridotta mobilità imposta dalle norme sul covid : 279 contro le 430 dei 12 mesi precedenti.

In crescita i reati i famiglia e contro le donne

La Polizia di Stato segnala poi «un sensibile aumento dei reati di genere, delle violenze familiari e di relazione ai danni delle donne» che a seguito dell’applicazione del Codice Rosso ha causato a 6 arresti e 16 denunce a piede libero.

Meno problemi sul fronte immigrazione

Sul fronte dell’immigrazione, stabili le espulsioni coatte ( da 5 a 4), mentre si sono dimezzati i decreti di espulsione del Prefetto ( da 84 a 36), i decreti di allontanamento comunitari (da 9 a 2) e soprattutto gli arresti/denunce scesi a 29 da oltre 230. Ben 33 poi, sempre secondo la Polizia di stato le espulsioni di immigrati che non sono state eseguite : questo per mancanza di documenti o posti presso i Centri di permanenza.

Rilasci di porto d’armi saliti a 903

Per quanto riguarda infine l’attività della Divisione di polizia amministrativa e sociale, è da sottolineare soprattutto il notevole incremento del numero di rilasci/rinnovi del porto d’armi : erano stato 679 nel 2020, e sono diventati 903 nel 2021.