Continuano gli incentivi Citroen
Continuano gli incentivi Citroen
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ascoli Piceno

Ascoli, l’Avis dice No alla violenza sulle donne con una mostra

Diversi artisti ascolani hanno voluto ribadire la necessità di intervenire sulla violenza sulle donne con una mostra alla Bottega del Terzo Settore

violenza sulle donne

ASCOLI PICENO- “No alla violenza sulle donne”. L’arte omaggia l’universo femminile, ricordando l’urgenza assoluta di intervenire sulle continue ed inarrestabili angherie compiute nei loro confronti.

In questi giorni anche l’Avis comunale di Ascoli Piceno, in collaborazione con l’associazione “ArteMista”, presieduta da Giulio Paci, ha voluto offrire il proprio contributo alla bellezza muliebre, nata proprio in occasione del periodo in cui si celebra la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

L’iniziativa

In occasione di questa ricorrenza, tanti pittori che operano nel nostro territorio si sono adoperati per creare un’opera d’arte, in contrasto ad un terribile fenomeno che appare preoccupante anche nel nostro territorio, in cui gli episodi sono a carattere soprattutto silenzioso.

Al piano terra della sede della Bottega del Terzo Settore, l’Avis ha voluto dare vita ad una interessante mostra di opere con cui gli autori si sono impegnati a raccontare l’universo femminile in tutte le sue sfaccettature. Si tratta di un’esposizione di 25 lavori pensati da altrettanti creativi, che hanno saputo raccontare attraverso corpi, volti d immagini di forte impatto visivo quella bellezza muliebre – fisica, emotiva e interiore da preservare e difendere sempre.

Durante l’inaugurazione della mostra il professor Giuliano Cipollini, ha voluto intraprendere un suggestivo excursus della donna nel settore dell’arte nel corso dei secoli.

Con lui presente anche la presidente della sezione comunale dell’Avis, Maria Pia Mancini, certa dell’esigenza da parte di un organico guidato proprio da una donna, di mettere in luce la bellezza femminile.

«Abbiamo pensato fosse giusto celebrare la donna, soprattutto in questi giorni, puntando a mettere in luce il valore muliebre che diventa opera d’arte» ha detto la presidente Mancini, durante l’incontro affiancata anche dall’assessore
comunale Massimiliano Brugni e dalla professoressa Adriana Cipollini, anch’ella al centro di una appassionata relazione in merito.

L’appuntamento si è concluso con la musica, grazie all’intervento di Sara Marella e di Matias Celani, che hanno intrattenuto il folto pubblico presente con la loro accurata esibizione.