Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Yotam Silberstein ad Ancona Jazz

Le note del famoso chitarrista chiudono la stagione invernale - primaverile di "Ancona Jazz". L'appuntamento in programma venerdì 19 maggio, ore 19 è da Aion di Moroder

Yotam Silberstein

ANCONA – Ultimo concerto dell’inverno/primavera di “Ancona Jazz”, in attesa del festival estivo che inizierà a metà luglio e sarà presentato a fine mese. Suonerà da Aion di Moroder uno dei più brillanti chitarristi moderni, Yotam Silberstein, con Andrea Rea (pianoforte), Daniele Sorrentino (contrabbasso), Adam Pache (batteria). Il concerto-aperitivo sarà venerdì 19 maggio alle ore 19 e, considerata la capienza limitata, è obbligatoria la prenotazione telefonando al 331.6342256 , o attraverso la mail agriturismo@moroder.wine.

YOTAM  SILBERSTEIN – Da giovane si trasferisce a New York, dalla natia Tel Aviv, nel 2005. È già piuttosto noto, avendo alle spalle festival e tour di rilievo in Europa, ma è nella Grande Mela che incontra i musicisti più importanti, che ben volentieri lo invitano nei loro gruppi. Il chitarrista possiede infatti non soltanto una tecnica eccezionale, ma soprattutto un orecchio superlativo che gli permette di affrontare generi e stili disparati, pur mostrando solide radici nel bebop e in una tradizione che, grazie anche al suo apporto, mostra possibilità espressive ancora inesplorate. Suona nella Dizzy Gillespie All-Star Big Band, quindi con Dee Dee Bridgewater, Al Jarreau, Janis Siegel, Monty Alexander, Claudio Roditi, David Sanborn, Roy Hargrove, George Coleman, e con artisti latini quali Toninho Horta e Paquito D’Rivera. La sua ultima prova è nel trio di John Patitucci, con il quale incide “Irmaos De Fe”, ma Yotam ha registrato anche da solista, in particolare in quartetto con il pianista Aaron Goldberg, suo compagno di tanti concerti. Reduce da un tour trionfale in Giappone, Yotam continua ad esibirsi nei maggiori e più prestigiosi club di New York. Ad Ancona, al suo fianco un paio di musicisti italiani di notevole talento, come Andrea Rea, vincitore del premio “Massimo Urbani” nel 2007 e collaboratore, insieme con Daniele Sorrentino, dei più famosi solisti nazionali. Alla batteria Adam Pache, ormai stabile in Italia, prontissimo ad esaltarsi con i migliori musicisti oltreoceano (ad Ancona Jazz già con Scott Robinson, Joe Magnarelli, Tom Kirkpatrick, Eric Reed e Joe Cohn).