Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Yachting, il cluster regionale si incontra. Vertice alla Politecnica delle Marche

Lunedì 29 aprile, ad Ancona, saranno definite la programmazione regionale per il triennio 2020-2022 e le iniziative formative da porre in essere. Obiettivo, promuovere il distretto marchigiano tramite le nuove tecnologie, la selezione di personale ad hoc e l'accesso ai finanziamenti regionali e nazionali in materia di innovazione

ANCONA – Promuovere la competitività delle eccellenze del distretto marchigiano, attraverso ricerca, innovazione e accesso ai finanziamenti regionali e nazionali. È con questo obiettivo che il cluster regionale yachting di e-Living, l’associazione costituita da Università, Istituti di Ricerca ed aziende del territorio, si incontrerà il prossimo lunedì 29 aprile al rettorato dell’Università Politecnica delle Marche. Il vertice sarà anche l’occasione per mettere nero su bianco la programmazione regionale per il triennio 2020-2022 e le iniziative formative da porre in essere.

Nato nell’aprile del 2018, il cluster mette insieme pubblico e privato nell’ambito di un progetto più ampio il cui obiettivo è creare soluzioni innovative nell’ambito dell’Ambient Intelligence e dell’Ambient Assisted Living, ovvero la domotica. Una collaborazione che coinvolge la Regione e che vede Università, Istituti di Ricerca ed aziende del territorio partecipare al gruppo di lavoro, promosso dal rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Sauro Longhi, che ha sposato il progetto sin dagli inizi.

Tra gli obiettivi, inclusione, sicurezza domestica, salute, invecchiamento attivo e assistenza domiciliare, efficientamento energetico e sostenibilità ambientale, promossi ridisegnando gli ambienti di vita secondo un approccio smart attraverso
soluzioni tecnologicamente avanzate.

All’interno del cluster è stato creato un gruppo di lavoro dedicato allo yachting di lusso e al luxury cruising, che ad Ancona conta delle vere e proprie eccellenze. Quattro i cantieri che hanno aderito: Fincantieri, Cantiere delle Marche, Cantiere Rossini e Palumbo, che ha da poco fatto il suo ingresso in e-Living. Nel cluster anche tre aziende dell’industria elettronica, Videoworks tra i primi soci sostenitori, Team Italia e Furlanetto International, un’azienda meccanica, AMS e due Interior Designer, FM Architettura di Interni e Studio Massari

Tutti uniti per promuovere il distretto marchigiano con la diffusione di nuove tecnologie, la selezione del personale ad hoc in base alle esigenze dei mercati di riferimento e l’accesso ai finanziamenti regionali e nazionali in materia di innovazione.

Il progetto – Tredici soci fondatori e 30 aziende. Sono questi i numeri di e-Living, che partecipa al cluster nazionale tecnologico per gli Ambienti di Vita, Tav. Tra i fondatori, Università Politecnica delle Marche, Inrca, Consorzio Homelab, Genera, Laboratorio delle Idee, Logical System, A TLC, Arielab, Automa, IDEA, Iselqui, JEF e Leaff. Presidente, Amedeo Duranti della Coos Marche.
Obiettivi, promuovere competitività, innovazione e internazionalizzazione, attraverso il sostegno alla ricerca e alla formazione avanzata, il supporto alla progettazione e alla prototipazione.