Welcome to Ancona compie 13 anni. Tre nuovi tour per i croceristi di Msc Sinfonia (LE FOTO)

Sono tre i nuovi tour: la visita al parco del Cardeto, l’Osimo Palaces and Museums alla scoperta dei palazzi storici e il Parco Avventura Frasassi, lungo le sponde del fiume Sentino con cinque percorsi destinati a grandi e bambini

La nave della compagnia Msc Crociere nel porto di Ancona
La nave della compagnia Msc Crociere nel porto di Ancona

ANCONA – Dopo le prove generali di accoglienza lo scorso 30 marzo con l’arrivo della Pacific Princess, la stagione crocieristica si è aperta ufficialmente con la MSC Sinfonia che, quest’estate, effettuerà in totale ad Ancona 20 scali, movimentando quasi 50mila crocieristi (+ 16,7% rispetto al 2017). La nave è arrivata ad Ancona il 18 maggio e questa mattina e farà scalo ogni venerdì fino al 5 ottobre.

WELCOME TO ANCONA – Con l’arrivo della Msc Sinfonia, riparte anche Welcome to Ancona, il progetto di accoglienza turistica nato nel 2005 e coordinato dalla Camera di Commercio di Ancona, insieme all’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, al comune di Ancona e alla Regione Marche. Ad informare i crocieristi sulle opportunità turistiche e i servizi offerti dalla città e dal territorio ci pensano il servizio di informazione e accoglienza turistica garantito dal consueto Infopoint allestito presso il Terminal Crociere (aperto tutti i giorni di approdo dalle 10 alle 18) e il Centro di Informazione e Accoglienza Turistica – I.A.T. regionale presso gli “ex Magazzini del sale” (Banchina Nazario Sauro), aperto tutti i giorni fino al 28 ottobre con orario continuato 9-18. I turisti che sbarcano hanno subito a disposizione wi fi gratuito e possono scaricare l’app turistica gratuita “Welcome to Ancona” che mette a disposizione dei passeggeri, in lingua italiana e inglese, le principali informazioni turistiche relative alla città (luoghi di interesse storico artistico, musei, punti di ristoro, shopping, mobilità, servizi).

NOVITÀ – Novità di quest’anno il servizio di wayfinding: letteralmente il termine significa trovare la strada ed è riferito al progetto che mette a sistema una serie di strumenti di cui avvalersi nella ricerca di una meta: non solo segnali urbani esplicitamente comunicativi ma anche arredi urbani, pavimentazioni, posizione degli edifici, uso del verde, e altro ancora. Ad Ancona Wayfinding rafforzerà l’assistenza per tutti quei passeggeri che scelgono di combinare treno e nave nei loro viaggi e li aiuterà ad orientarli da/per il porto, verso la stazione ferroviaria e il centro urbano.

Il Faro all'interno del Parco del Cardeto
Il faro all’interno del Parco del Cardeto

NUOVI TOUR – Sono tre i nuovi tour, a partire dal percorso all’interno del parco del Cardeto che comprende la visita all’anfiteatro romano, al vecchio Faro, al campo degli Ebrei e alla Polveriera. Tra le new entry anche l’Osimo Palaces and Museums che prevede la visita al Palazzo Municipale di Osimo, alla cattedrale di San leopoldo, a Palazzo Gallo, a Palazzo Campana (dove sarà ospitata dall’1 giugno al 4 novembre la mostra “Giorgio De Chirico e la Nuova Metafisica”) e degustazioni enogastronomiche nel foyer della Nuova Fenice. Infine, all’ormai tradizionale tour alle Grotte di Frasassi, si affianca quello incentrato al Parco Avventura Frasassi, lungo le sponde del fiume Sentino e all’interno del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi. Qui è possibile trascorrere una giornata all’aria aperta immersi nella natura e divertirsi sui 5 percorsi avventura destinati a grandi e bambini.

OFFERTA TURISTICA AD ANCONA – Il progetto “Scrigni Sacri Schiusi” è un percorso guidato attraverso le principali piazze e chiese cittadine (Santa Maria della Piazza, Chiesa del Gesù) che culmina con la visita al Duomo con possibilità di ammirare gli arazzi di Rubens custoditi al Museo Diocesano. Il progetto è reso possibile grazie all’arcidiocesi di Ancona-Osimo. Inoltre i turisti hanno la possibilità di visitare i musei cittadini integrati in un sistema di rete: Pinacoteca comunale, Museo della Città, Museo Archeologico Nazionale e Museo Omero. Accessibili anche i grandi monumenti, in primis la Mole Vanvitelliana, dove è visitabile fino al 17 giugno la mostra Henri Cartier-Bresson Fotografo, e la Loggia dei Mercanti, ma è anche possibile visitare il porto antico e ammirare gli archi Traiano e Clementino, la Fontana dei due Soli di Enzo Cucchi e passeggiare fino alla lanterna rossa. Inoltre anche quest’anno ci sarà Da Tiziano a Tiziano, il percorso turistico offerto da MSC nell’ambito del Walking Tour per il centro storico. All’interno della Pinacoteca i croceristi troveranno accanto a uno degli ultimi capolavoro del maestro del Rinascimento, La Crocefissione, anche la sua prima opera autografa, la cosiddetta Pala Gozzi.

Da sin. Ida Simonella, Rodolfo Giampieri, Massimo Bertoldero, Giorgio Cataldi, Marta Paraventi
Da sin. Ida Simonella, Rodolfo Giampieri, Massimo Bertoldero, Giorgio Cataldi, Marta Paraventi

«A bordo abbiamo passeggeri provenienti da 40 paesi – dichiara Massimo Bertoldero, area manager nord est Italia di MSC Crociere – la compagnia sta crescendo e sta puntando sempre di più sul porto di Ancona. Quest’anno saranno 20 in totale le toccate (18 nel 2017) e la presenza di MSC ad Ancona e nelle Marche genera una ricaduta economica pari a 9 milioni di euro (spesa diretta nelle Marche, come commissioni agenti di viaggio, fornuture f&b, spese dei crocieristi e del crew, escursioni) e 26 milioni di euro (cifra attivata per l’economia italiana dalle spese dirette nelle Marche)». «Il porto rappresenta una grande opportunità – dichiara Giorgio Cataldi, presidente della Camera di Commercio di Ancona – e l’obiettivo è che la città diventi il baricentro dell’area macroregionale. La prossima sfida sarà migliorare la permanenza dei passeggeri dei traghetti. Si tratta di oltre 1 milione di persone in transito, in arrivo o in partenza dal porto».

«La maggior parte dei crocieristi che sbarca ad Ancona è di origine straniera (oltre il 70%) – dichiara Rodolfo Giampieri, presidente dell’Adsp – e ciò rappresenta un’occasione di visibilità internazionale per la città e per la regione. Ancona sarà l’home port di MSC Crociere per il centro Italia e questo determinerà uno sviluppo economico e occupazionale». «Qualche giorno fa – spiega Ida Simonella, assessore al Porto – l’Autorità di Sistema Portuale e la Giunta regionale hanno approvato l’atto che consente agli uffici di intraprendere l’iter amministrativo per la costruzione di una nuova banchina nell’area del mole Clementino che consentirà l’ormeggio di maxi navi e la realizzazione di un vero e proprio terminal crociere».

A bordo della Msc Sinfonia