Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Viva Servizi: «Nessuna crisi idrica in provincia di Ancona»

L’inverno e la primavera particolarmente siccitosi e il caldo degli ultimi giorni mettono in allerta anche i comuni della provincia di Ancona. L'appello ai cittadini

ANCONA – L’inverno e la primavera particolarmente siccitosi e il caldo degli ultimi giorni mettono in allerta anche i comuni della provincia di Ancona.

«Al momento la situazione non è critica, come in altri territori nei quali è già interdetta l’innaffiatura di orti e giardini – dice Moreno Clementi, Direttore Generale di Viva Servizi che gestisce il servizio idirico integrato in 43 comuni della Provincia di Ancona servendo una popolazione di 405.000 abitanti, ma proprio per questo ora occorre che ognuno faccia la propria parte».

«Monitoriamo costantemente la situazione in tutto il territorio, con il timore che, perdurando il clima torrido, si renda necessario proporre restrizioni, specie nei Comuni a monte della sorgente Gorgovivo».

Nessun allarme, quindi, ma un livello alto di attenzione da parte di Viva Servizi e l’invito alla collaborazione rivolto a tutti i cittadini.

«Soprattutto in questo periodo dell’anno e per tutta l’estate – conclude Clementi – invitiamo la popolazione ad un utilizzo responsabile della risorsa idrica limitando il lavaggio auto, l’annaffiamento dei giardini nelle ore diurne e tutte quelle attività che portino ad un consumo non indispensabile. Se ora facciamo squadra, contribuiremo a limitare possibili disagi ad altri utenti, dando testimonianza di essere una comunità attenta e responsabile».