Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Visite digitali e dirette streaming per eventi culturali, teatro e danza

Ecco alcuni appuntamenti che si possono seguire online: dal Rof alla Settimana delle Residenze Digitali, fino alla rassegna “A tutta danza”

“Il mondo altrove: una storia notturna”

ANCONA – Dopo il Dpcm del 24 ottobre che ha sospeso gli spettacoli aperti al pubblico, si stanno sperimentando nuove forme di creazione e di fruizione della cultura, del teatro e della danza. Ad esempio Casa Leopardi offre per la prima volta alle scuole italiane la possibilità di effettuare visite didattiche guidate in diretta streaming, ma questo non è l’unico caso. Scopriamo alcuni eventi che si possono seguire online in questo periodo.

CASA LEOPARDI – Si potranno visitare la biblioteca dove si è formato il genio di Giacomo Leopardi e il museo che raccoglie oggetti, testi e ricordi a lui cari. I contenuti delle visite digitali sono differenziati a seconda dell’età degli alunni e sono basate su interazioni: le guide specializzate di Casa Leopardi, al termine del loro racconto, saranno disponibili a rispondere alle domande e alle curiosità degli studenti. Il progetto, patrocinato dall’Università di Macerata mira a ricreare l’atmosfera di una vera e propria gita scolastica. Le proposte sono differenziate per età e tipologie scolastiche.

“In classe con Giacomo”– un viaggio nel tempo con il Poeta come compagno di banco, dedicato alla scuole primarie. L’attività scolastica, il tempo libero, i giochi e gli oggetti, raccontati nei luoghi che lo hanno visto crescere per scoprire insieme alle guide di Casa Leopardi come viveva un bambino della loro età più di due secoli fa. Come si svolgeva una lezione scolastica al tempo del Poeta? Qual era il gioco preferito di Giacomo? Gli alunni potranno interagire con gli operatori del museo e soddisfare tutte le loro curiosità. Un viaggio in streaming alla scoperta di uno straordinario scolaro dell’ottocento.

“Il ragazzo che parlava con la luna”– un itinerario per conoscere il genio di Leopardi, dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado. Per Giacomo, la Biblioteca del padre è stata per anni il luogo dal quale osservare un mondo che non riusciva a raggiungere fisicamente. È stata il suo motore di ricerca, il suo atlante e la sua macchina del tempo. Nel cuore della Biblioteca, fra le migliaia di volumi che il Poeta ha sfogliato alla ricerca della felicità, la visita in streaming ripercorre le tappe principali della sua formazione. Dalla poesia al pensiero, dallo studio delle lingue alle “sudate carte”, dalla ricerca di un antidoto alla noia al desiderio di gloria. Per info +39 0717573380, +39 339 2039459; www.giacomoleopardi.it.

Guide di Casa Leopardi in diretta streaming dalla Biblioteca

ROF – Anche la sessione autunnale del Rof sarà trasmessa interamente in streaming gratuito sul sito web e sui canali social della manifestazione. Il programma, che propone due concerti e due produzioni liriche per un totale di sette appuntamenti, sarà eseguito senza pubblico al Teatro Rossini. In cartellone ieri una selezione dei Péchés de vieillesse interpretata dal pianista Alessandro Marangoni; mentre oggi (15 novembre) alle 20.30 la Messa di Milano e il Miserere diretti da Ferdinando Sulla, alla guida della Filarmonica Gioachino Rossini e del Coro del Teatro della Fortuna (Maestro del Coro Mirca Rosciani). Il Miserere sarà interpretato da Manuel Amati, Antonio Garés e Grigory Shkarupa; ad essi, nella Messa di Milano, si aggiungerà Svetlina Stoyanova.

Seguiranno le due produzioni liriche: mercoledì 25, venerdì 27 e domenica 29 novembre sarà riproposto Il barbiere di Siviglia, messo in scena da Pier Luigi Pizzi al ROF 2018, con Michele Spotti a dirigere l’Orchestra Sinfonica G. Rossini e il Coro  del Teatro Ventidio Basso (Maestro del Coro Giovanni Farina) ed un cast composto da Juan Francisco Gatell (Conte d’Almaviva), Carlo Lepore (Bartolo), Aya Wakizono (Rosina), Iurii Samoilov (Figaro), Michele Pertusi (Basilio), Elena Zilio (Berta) e William Corrò (Fiorello/Ufficiale). Seguirà giovedì 26 e sabato 28 novembre il classico Viaggio a Reims, ideato da Emilio Sagi e ripreso da Matteo Anselmi, con gli allievi dell’Accademia Rossiniana 2020diretti da Alessandro Cadario sul podio dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini.

Il Barbiere di Siviglia

SETTIMANA DELLE RESIDENZE DIGITALI – Dal 30 novembre al 6 dicembre si entra nel vivo della Settimana delle Residenze Digitali, nata dal bando delle Residenze Digitali: un progetto del Centro di Residenza della Toscana (Armunia – CapoTrave/Kilowatt), in collaborazione con AMAT e Regione Marche, Anghiari Dance Hub, in partenariato con ATCL, Spazio Rossellini, e il tutoraggio delle studiose Anna Maria Monteverdi e Federica Patti. Il progetto, nato durante il lockdown di marzo e aprile, ha interrogato la comunità artistica sullo sviluppo di lavori pensati per l’habitat digitale, al fine di coinvolgere gli spettatori nel web, sperimentando nuove forme di creazione e di fruizione del teatro e della danza. Al bando lanciato in primavera hanno partecipato 398 compagnie da tutta Italia e dall’estero, ma sono sei i progetti selezionati, che sono stati finanziati e seguiti con attenzione dagli enti promotori nel corso dei passati cinque mesi, e che saranno presentati durante questa settimana, come esiti del processo di residenza artistica: Olympus: Prometeo di Agrupación Señor Serrano, K di Illoco Teatro, Anatomies of Intelligence di Umanesimo Artificiale di Filippo Rosati / Joana Chicau e Jonathan Reus, Shakespeare Showdown – With a Kiss Die di Enchiridion, Isadora – The Tik Tok Dance Project di Giselda Ranieri e Simone Pacini, oltre a Genoma scenico | dispositivo digitale di Nicola Galli che è già stato presentato in anteprima a inizio novembre. Tutte le performances sono accessibili online, al costo simbolico di 3€ a biglietto: www.liveticket.it/residenzedigitali. Le informazioni e credenziali di accesso alle singole performances verranno inviate via email dopo l’acquisto del biglietto.

A TUTTA DANZA – Gli appuntamenti di novembre del programma di “A tutta danza” saranno trasmessi dal Teatro delle Muse di Ancona in streaming sul sito di Marche Teatro alla pagina https://www.marcheteatro.it/mt-spazio-on-line/. Domenica 22 novembre alle ore 19 l’appuntamento sarà con Nicola Galli e la prima regionale di “Il mondo altrove: una storia notturna”. Nel pomeriggio dello stesso giorno (22 novembre) Nicola Galli alle ore 15 parteciperà al Crossing the sea event Bangalore-Ancona. Il pubblico collegandosi sempre all’indirizzo www.marcheteatro.it/mt-spazio-on-line potrà assistere all’improvvisazione in streaming di due performance di danza in diretta simultanea Italia-India. A Bangalore la danzatrice dell’Attakkalari Centre Mouvement Arts Hemabharathy Palani, ad Ancona per Marche Teatro danzerà appunto Nicola Galli. La rassegna proseguirà venerdì 27 novembre, alle ore 21 in streaming dal Teatro delle Muse, con Helen Cerina con “Qualcosa dopo”, mentre il 28 novembre, alle ore 21, andrà in scena in prima nazionale Eleonora Greco in “Zona Rossa”.

Tiziana Maffei

MUSEO TATTILE STATALE OMERO: Il museo è chiuso, ma il 18 novembre, dalle ore 18 alle 19.30, organizzerà l’evento online “Uno zoom sull’arte con Tiziana Maffei”. La direttrice generale della Reggia di Caserta, con un intervento dal titolo “Reggia di Caserta museo verde: il patrimonio storico artistico e paesaggistico per lo sviluppo sostenibile della società”, porterà a termine il ciclo di conferenze online organizzate dal Museo Omero. La partecipazione sulla piattaforma web Zoom è gratuita e a numero chiuso: occorre prenotarsi via mail all’indirizzo conferenze@museoomero.it, altrimenti sarà possibile seguire la diretta via streaming sulla pagina Facebook del Museo Omero.

GALLERIA NAZIONALE DELLE MARCHE: Da lunedì 9 novembre è partito l’appuntamento con #ilmuseosiracconta, la nuova webserie della Galleria Nazionale delle Marche, nata per far conoscere e apprezzare le meraviglie del Palazzo e delle collezioni in esso contenute. Storici ed esperti d’arte conducono alla scoperta di capolavori, opere minori, dettagli, architetture e curiosità, tramite brevi video pubblicati sui canali social della Galleria con cadenza settimanale. Ieri, nella seconda puntata, il Presidente dell’Accademia Raffaello Luigi Bravi ha raccontato l’ “Annunciazione” di Giovanni Santi, egregio artista urbinate e padre del grande Raffaello.