Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Vertice Regione – Anci, Marche verso proroga dello stop agli spostamenti per l’Anconetano

È quanto è emerso dall'incontro convocato per fare il punto con i sindaci sull'andamento della pandemia nella provincia di Ancona, dove si registra la metà dei contagi giornalieri

Il confronto fra i sindaci di Anci Marche e la Regione

ANCONA – Verrà prorogata per un’altra settimana l’ordinanza che blocca gli spostamenti in entrata e in uscita dalla provincia di Ancona. È quanto è emerso dal vertice convocato dalla Regione Marche per fare il punto con i sindaci sull’andamento della pandemia nella provincia di Ancona, dove si registra la metà dei contagi giornalieri.

Presenti al confronto, tenutosi in video collegamento, il governatore Francesco Acquaroli, l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, il presidente Anci Marche Valeria Mancinelli, i sindaci di Fabriano, Jesi, Falconara, Loreto, Camerano, Castelfidardo, Castelplanio, Sassoferrato, Chiaravalle, Osimo, Senigallia, Sirolo, Montemarciano e i vertici della sanità regionale con la dottoressa Lucia Di Furia.

Al centro dell’incontro la valutazione dei dati dei contagi dell’Anconetano, relativi ai primi quattro giorni della settimana (15-18 febbraio) dai quali è emerso una sostanziale stazionarietà della situazione dei principali indicatori epidemiologici. Per questo l’orientamento emerso è stato quello di prorogare il provvedimento siglato dal presidente Acquaroli dopo un confronto con il Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità.

Valeria Mancinelli, presidente Anci Marche e sindaca di Ancona

L’indice Rt nelle Marche è sceso a 0,91 da 0,98 della settimana precedente e per questo la nostra regione resterà in zona gialla anche la prossima settimana. «Prendiamo atto che le misure di restrizione adottate per un’ulteriore settimana sono sufficienti e proporzionali allo stato attuale del numero dei contagi raccolti secondo le indicazioni del Ministero della Salute, dell’Istituto Superiore di Sanità e della Regione Marche» afferma Valeria Mancinelli, presidente Anci Marche e sindaca di Ancona. La Mancinelli ha preso atto che «stante così le cose abbiamo avuto rassicurazione che non c’è alcuna necessità di provvedimento da parte dei Comuni».

Filippo Moschella, sindaco di Sirolo

Il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella si dice soddisfatto della linea scelta dalla Regione, ovvero di prorogare lo stop agli spostamenti oltre i confini provinciali, visto che la località della Riviera del Conero attira nei weekend moltissimi visitatori che arrivano da tutta la regione.

«Plaudo al presidente Acquaroli che ha rinnovato la disponibilità ad intervenire nelle problematiche dei singoli comuni, come la gestione dei focolai, mettendo in campo lo staff della Regione». Per quanto concerne la situazione del comune il sindaco precisa che «è sotto controllo» e che i contagi si concentrano in pochi nuclei familiari. «Dobbiamo tenere in considerazione che domani inizierà la vaccinazione sugli ultraottantenni – conclude – questo è fondamentale perché il 25% della popolazione è anziana e saranno i primi a beneficiare di questa protezione».

Roberto Ascani, sindaco di Castelfidardo

Il primo cittadino di Castelfidardo Roberto Ascani nel commentare il confronto ha rimarcato che «l”attenzione deve essere massima perché è stato ribadito dal servizio sanitario regionale quanto sia importante arginare subito la fonte del focolaio. Ribadisco – conclude – da parte mia la volontà di prendere provvedimenti mirati e adeguati senza farsi trascinare dalle paure o da forzature che non competono ai miei poteri».