Veicoli intestati a stranieri, prima multa dopo le novità in tema di immatricolazione

L’auto, condotta da una 28enne, è stata fermata in zona Disco a Falconara. Nel giro di un’ora il proprietario del veicolo, familiare della conducente, è tornato per pagare la sanzione in contanti: ha sborsato 498 euro

Controlli della Polizia locale a Falconara

FALCONARA – Scatta la prima sanzione a Falconara per la mancata immatricolazione in Italia di veicoli intestati a stranieri residenti nel territorio nazionale da almeno 60 giorni. Nel pomeriggio di mercoledì 27 marzo gli agenti della polizia locale hanno fermato una Volkswagen Passat con targa romena, intestata a un uomo residente da anni in città.

L’auto, condotta da una 28enne, è stata fermata in zona Disco attorno alle 15.45 e nel giro di un’ora il proprietario del veicolo, familiare della conducente, è tornato per pagare la sanzione in contanti: ha sborsato 498 euro per beneficiare del pagamento in misura ridotta, riconosciuto a chi provvede entro cinque giorni.

Ora dovrà consegnare al Comando di polizia locale tutti i documenti che attestano la nuova immatricolazione in Italia entro 180 giorni per riottenere la disponibilità del veicolo, fatto cessare dalla circolazione stradale, altrimenti la Volkswagen sarà confiscata.

È quanto prevedono le nuove regole per l’immatricolazione dei veicoli stranieri, entrate in vigore il 4 dicembre scorso con il Decreto Sicurezza: il proprietario, già residente in Italia, avrebbe dovuto completare l’immatricolazione entro i primi giorni di febbraio. I controlli di mercoledì rientrano tra i frequenti servizi della polizia locale di Falconara mirati a garantire la sicurezza stradale: lungo via Flaminia due pattuglie hanno fermato i veicoli in transito per accertarsi che circolassero con la copertura assicurativa e che i conducenti avessero patenti valide, assicurandosi che rispettassero tutte le norme in vigore. Durante i controlli sono stati fermati anche altri veicoli con targa straniera, ma questi erano intestati a persone che si trovavano in Italia in via temporanea, quindi regolari.

«Ancora una volta il Corpo di polizia locale testimonia con i fatti la costante presenza sul territorio – è il commento del sindaco Stefania Signorini, con delega alla Sicurezza – e la grande attenzione in ogni ambito di competenza. I compiti della polizia locale oggi sono molteplici e richiedono una ampia conoscenza e i nostri agenti stanno dimostrando di essere sempre aggiornati e presenti».