Varano accende il Natale: due giorni tra presepi, mercatini e la casa di Babbo Natale (VIDEO)

Sabato e domenica (1-2 dicembre) la frazione anconetana si animerà per le feste con stand, musica, intrattenimenti per i bambini, mestieri artigianali e due raccolte fondi: una per la Croce Gialla che servirà ad acquistare un nuovo defibrillatore e una per finanziare il tetto della ex scuola che rischia l'inagibilità

L'iniziativa presentata nella sede della Croce Gialla
Lucia Gioia, presidente del comitato manifestazioni varanesi

ANCONA – Due giorni in odore del Natale con presepi da visitare, musica, buona cucina, giochi e la possibilità, per i più piccoli di portare la letterina dei doni a Babbo Natale che li aspetterà nella sua casa. Il tutto accompagnato da una raccolta fondi: uno per la Croce Gialla per l’acquisto di un nuovo defibrillatore e uno per il finanziamento al nuovo tetto della ex scuola elementare che rischia l’inagibilità. Centro della festa, sabato e domenica prossima (1-2 dicembre), sarà Varano. A partire dalle 10 e fino alle 22 sarà possibile raggiungere la frazione per immergersi in una atmosfera natalizia suggestiva. «Ci saranno 40 espositori – spiega Lucia Gioia, presidente del Comitato Manifestazioni Varanesi che organizza l’evento – e tantissimi presepi allestiti fuori dalle case degli abitanti. Ognuno con un nome di una città terremotata. Una tradizione che va avanti dal 2016, quando, a seguito del sisma che ha colpito anche le Marche, una nostra volontaria ha avuto questa idea. Ci piacerebbe, in futuro, che Varano fosse conosciuta non solo come il paese del dialetto ma anche come quello dei presepi».

È dal 2006 che Varano organizza sempre qualcosa per il Natale con stand e mercatini. Una tradizione lunga 12 anni. L’ingresso è gratuito ma all’interno della frazione sarà possibile dare un contributo volontario che vede il comitato impegnato ogni anno in qualcosa di benefico. «Con l’incasso dello scorso anno – dice Gioia – abbiamo realizzato un libretto che contiene tutti i pensierini dei bambini della scuola “Ugo Betti” di Camerino che spiegano cosa è stato per loro il terremoto. C’è chi non è potuto più andare ai casa dei nonni, nelle proprie abitazioni. Tutti hanno detto che vorrebbero presto tornare nelle loro case». Il libretto sarà in vendita a 10 euro e servirà a finanziare iniziative per la ricostruzione post sisma.  Vicino al forno di Varano sarà allestita la casa di Babbo Natale, dalla Croce Gialla di Ancona, con l’omone dalla barba bianca pronto a raccogliere le lettere dei più piccoli. Le più belle saranno pubblicate sulla pagina Facebook della Croce Gialla che ha ideato anche un spot in proposito.

Con l’occasione sarà possibile dare un contributo alla pubblica assistenza che utilizzerà il ricavato per acquistare un defibrillatore. L’incasso invece delle donazioni date al comitato verrà usato per il progetto di rifacimento del tetto alla ex scuola elementare, oggi gestita dall’associazione “Scola Nova”, che conta di utilizzare gli spazi per attività creative dotandola di palestra, sala riunioni e uno spazio per i bambini. Nella due giorni ci saranno, ad intrattenere i visitatori, una esperta di rapaci, un trampoliere vestito da struzzo, la corale Cruciani, la Pasquella di Varano, truccabimbi, mangiafuoco e un esperto di giochi di legno. È raccomandato l’utilizzo dal bus navetta, non avendo la frazione un ampio parcheggio per i visitatori, che partirà dalla fermata dei mezzi pubblici al parcheggio dello stadio del Conero (con frequenze ogni 20 minuti), dalle 10, dove si potranno lasciare le auto gratuitamente. Le ultime corse per il ritorno saranno alle 21.30-22.