Valzer di parroci nell’arcidiocesi di Ancona-Osimo

Nuovi incarichi e spostamenti decisi dal cardinale Edoardo Menichelli. Don Dino Cecconi salirà alla concattedrale di San Leopardo di Osimo, mentre don Fausto Focosi sarà il nuovo parroco della chiesa Santa Maria Liberatrice di Posatora

La cattedrale di San Ciriaco ad Ancona

ANCONA – Tra settembre e ottobre alcune comunità parrocchiali della diocesi saranno interessate dal cambiamento del parroco. Il passaggio di consegne è stato deciso dal cardinale Edoardo Menichelli prima di lasciare l’arcidiocesi. Il 24 settembre nella cattedrale di san Ciriaco il cardinale celebrerà infatti la santa messa e saluterà la cittadinanza, mentre il primo ottobre arriverà il nuovo arcivescovo Angelo Spina, nominato da papa Francesco.

Don Dino Cecconi

Il sansabinese don Dino Cecconi lascerà la chiesa Santa Maria Liberatrice di Posatora e salirà alla concattedrale di San Leopardo di Osimo, mentre don Lorenzo Tenti, direttore dell’ufficio scolastico diocesano e attuale rettore della chiesa di san Biagio nel centro storico, si sposterà nella parrocchia S. Maria della Misericordia di Ancona.

Don Michele Marchetti

Don Michele Marchetti da viceparroco di Camerano sarà il nuovo parroco di Sirolo, mentre don Nicolino Mori (attuale parroco di Sirolo) tornerà ad Ancona, in centro, nella chiesa di San Biagio. A Santa Maria Liberatrice di Posatora, il nuovo parroco sarà invece don Fausto Focosi che, per ultimo, aveva guidato la chiesa di san Giuseppe Moscati. Spostamento probabile anche per don Alessio Orazi che da viceparroco a San Biagio di Osimo potrebbe diventare vice a Camerano.

Don Lorenzo Tenti

Queste le decisioni di Menichelli, uno dei suoi ultimi atti di concerto con il nuovo arcivescovo di Ancona -Osimo Angelo Spina. Per ringraziare la cittadinanza e la comunità dei fedeli, Menichelli prima di lasciare l’arcidiocesi, domenica 17 settembre, donerà alla città una statua raffigurante Giovanni Paolo II, opera dell’artista Albano Poli di Verona. La statua in bronzo fuso, alta circa 3 metri e intitolata “Sulle strade della meditazione”, verrà collocata di fianco al campanile del Duomo.

Don Fausto Focosi

Il primo ottobre il nuovo arcivescovo Angelo Spina prenderà invece possesso dell’Arcidiocesi Metropolitana di Ancona-Osimo. Alle ore 15.30 partirà dal porto di Numana con un apposito mezzo messo a disposizione dalla Capitaneria di Porto e raggiungerà il molo del Porto Antico dove troverà ad accoglierlo le autorità per un primo saluto. Successivamente il corteo si sposterà in Cattedrale e alle 17 ci sarà la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da Mons. Spina. La data di arrivo del nuovo arcivescovo coincide con quella di Mons. Tettamanzi che entrò nella diocesi di Ancona – Osimo il primo ottobre 1989.