Maxi ponte di Pasqua: viaggi tra città d’arte, Mar Rosso e crociera sul Nilo

Tra festività pasquali, 25 aprile e 1° maggio, molti marchigiani hanno deciso di partire. Tra le destinazioni preferite le capitali europee, l'Egitto, la Giordania, la Sicilia, ma c'è anche chi ha scelto di visitare le mostre ospitate in molte città italiane

ANCONA – Vacanze di Pasqua lunghissime, grazie al maxi ponte che include il 25 aprile e il Primo Maggio. Molti anconetani e marchigiani hanno deciso di partire e tra le destinazioni preferite ci sono le città d’arte, come Roma e Firenze, le grandi capitali europee, ma tanti hanno scelto anche il Mar Rosso e la crociera sul Nilo in Egitto.

«Quest’anno, grazie al ponte, – spiega Alberto Trocchianesi, titolare dell’agenzia di viaggi Las Viaggi – sicuramente i marchigiani hanno scelto vacanze più lunghe che possono durare anche una settimana. Se fino a poco tempo fa la richiesta per la crociera sul Nilo si era azzerata, sono tanti coloro che l’hanno scelta e molti hanno optato anche per il Mar Rosso, tornato in auge con Sharm e Marsa Alam. Come da tradizione, poi, c’è chi ha scelto le grandi capitali come Londra, Parigi, Berlino, e posti caldi, tra cui l’Andalusia con tour a Siviglia, Cordoba e Malaga, ma abbiamo avuto tantissime richieste anche per il Portogallo. Lisbona è una new entry e, in questo periodo, sono tanti coloro che hanno deciso di visitarla». Non mancano poi le richieste insolite, come «un gruppo che ha scelto un tour in Serbia e Bosnia», mentre la montagna in questo periodo «non è una meta gettonata. Sono preferite le zone collinari, magari in Umbria e Toscana, oppure c’è chi approfitta di qualche giorno di vacanza per fare un giro nelle Marche».

Egitto

Rimanendo in Italia, Trocchianesi spiega che la «Sicilia si conferma una meta privilegiata, ma sono tanti anche coloro che hanno deciso di andare a Torino e a Verona che oltre, ad essere una bella città, ha beneficiato sicuramente del Vinitaly, è stata pubblicizzata e molti incuriositi hanno scelto di visitarla. Poi, come sempre, non sono mancate le richieste per Roma, Venezia, Trieste, Firenze e Bologna». Sulla propensione alla spesa, «per le destinazioni lontane le persone spendono, mentre se si sceglie l’Italia si cerca sempre di risparmiare».

Roma

«Grazie al ponte – dice Andrea Moretti, titolare dell’agenzia di viaggi Latitudine Zero – in questi giorni di Pasqua c’è un incremento delle partenze. Molti, inaspettatamente, hanno scelto il tour della Giordania, forse perché è stata pubblicizzata molto e in maniera puntuale e dettagliata e le persone hanno vinto la paura del Medio Oriente. Tantissimi però hanno anche optato per viaggi culturali più corti in Italia. Ad esempio c’è chi andrà a Forlì per la mostra Ottocento – L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini o a Ferrara per la mostra Boldini e la moda o a Roma, alle Scuderie del Quirinale, per quella su Leonardo da Vinci. Molti hanno preferito città d’arte e mostre, piuttosto che la classica meta al mare».

Puntando all’estero, tante partenze anche «per Mar Rosso, Marsa Alam e crociere sul Nilo», ma chi ha potuto prendere le ferie in questo maxi ponte, ha scelto anche «Perù, Cile e sud America, con vacanze lunghe quindici giorni. Grazie al ponte, sicuramente molti ne stanno approfittando per vacanze più lunghe». Addio, poi, alle vacanze last minute. «La maggior parte delle persone ha prenotato per tempo – spiega Moretti – in modo da scegliere e vagliare più opzioni, sia di volo che di hotel e di tour».