Università Politecnica delle Marche, il progetto Polytechne ad Ingegneria

Sarà inaugurato il 27 giugno. Coinvolti 29 artisti, 5 site specific e 36 opere. Si tratta di un evento culturale che va oltre la semplice mostra d'arte e getta un ponte tra la cultura scientifica e la ricerca estetica

Polytechne

ANCONA – L’Università Politecnica delle Marche celebra i 50 anni dalla sua fondazione con il progetto Polytechne, che sarà inaugurato il 27 giugno alla facoltà di Ingegneria UnivPM ad Ancona. Si tratta di un evento culturale che va oltre la semplice mostra d’arte e getta un ponte tra la cultura scientifica e la ricerca estetica, collega arte e artisti contemporanei alle discipline espresse dalle singole facoltà.

Coinvolti 29 artisti, 5 site specific e 36 opere. Il progetto è stato articolato nelle 5 aree universitarie (Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina e Scienze) e vuole creare una forma di integrazione tra arte e scienza nel nome della ricerca e di una concezione di bellezza che diventa dato costituente di una nuova sensibilità contemporanea.

Dopo l’inaugurazione alla facoltà di Economia, lo scorso 16 maggio durante Your Future Festival, il progetto Polytechne sarà inaugurato giovedì 27 giugno presso Ingegneria alle 11 con una presentazione all’ingresso della facoltà e la performance La Grande Odissea di Nevio Mengacci nell’anfiteatro. Durante l’evento che precederà la visita guidata un drone porterà nel cielo un disco nero come presenza metafisica, a significare la creazione di un buco nero nella nostra sensibilità.

Oltre all’esposizione delle opere, per 5 mesi negli spazi della Politecnica, saranno anche organizzati incontri, proiezioni, talks, performance secondo un programma che vedrà il coinvolgimento di esperti, artisti, scienziati e che si concluderà con un convegno alla fine del mese di ottobre.

Ecco alcune delle date in programma:

  • 25 settembre, ore 12, inaugurazione di Polytechne nel Polo di Medicina con “Body Art”, presentazione del video di Giorgia Severi;
  • 2 ottobre al plesso di Agraria “Arte dell’etichetta”;
  • 3 ottobre nel polo di Economia “Der koerper”;
  • 9 ottobre nel polo di Medicina “Unstop Art dalle monete virtuali all’arte contemporanea”;
  • 24 ottobre nel polo di Economia, grazie alla generosità di alcuni artisti, diverse nuove opere d’arte si aggiungeranno al patrimonio dell’Università Politecnica delle Marche. Donano le loro opere: Carlo Cecchi, Lisa Borgiani, Rocco Natale, Marzio Cialdi, Franco Cecchini, Bruno Mangiaterra.