Cambiamenti climatici, ad Ancona arriva la “maratona delle idee”

Il capoluogo ospita Climathon, il concorso internazionale che dura 24 ore, nato con l'obiettivo di dare vita a progetti innovativi per arginare l'inquinamento dell'aria. L'evento è organizzato dalla Politecnica delle Marche, partner della Climate KIC, la community europea supportata dall'Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia

ANCONA – Nasce dalla volontà di fare tutti qualcosa e subito per arginare l’innalzamento climatico “Climathon”, la maratona internazionale di 24 ore per trovare soluzioni che rendano le città sempre più ‘green’. L’iniziativa è promossa da Climate-KIC (https://www.climate-kic.org), community europea di conoscenza e innovazione supportata dall’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia. A farne parte circa 300 partner tra aziende, università, enti di ricerca ed enti del settore pubblico, che lavorano assieme per accelerare la transizione verso un’economia a zero emissioni e una società resiliente ai cambiamenti climatici.

L’evento si svolge in contemporanea in oltre 100 città nel mondo, 16 le città italiane registrate e, per la prima volta, l’Italia ospita il Main Stage dell’intero evento a Torino, con personaggi internazionali e diretta streaming. Da quando è nata, nel 2010, Climate-KIC Italy ha sostenuto oltre 60 progetti di innovazione, ha supportato ben 75 startup attraverso il programma Start-up Accelerator Italy.

Anche Ancona accetta la sfida e ospita Climathon il 25 e 26 ottobre, organizzato dall’Università Politecnica delle Marche, partner della Climate KIC. L’evento avrà inizio giovedì 25 (alle ore 11) nei locali del Contamination Lab UNIVPM al Polo Monte Dago e continuerà per tutta la notte, fino alla mattina successiva, quando la commissione premierà le idee migliori, alla presenza dell’assessora del Comune di Ancona Ida Simonella e del rettore della Politecnica Sauro Longhi.

Il Climathon è un concorso di idee sul tema dell’inquinamento dell’aria con l’obiettivo di proporre soluzioni per ridurre le emissioni della città di Ancona, considerato uno dei maggiori porti dell’Unione Europea, nodo strategico nel corridoio Scandinavia-Mediterraneo e allo stesso tempo sede delle maggiori attività Regionali istituzionali.

«Ancona e il suo porto generano un alto costo per la mobilità, con conseguenti impatti sulla qualità dell’aria. Questo evento va alla ricerca di soluzioni per la riduzione delle emissioni generate dalle attività di trasporto e industriali. Le idee progettuali che verranno prodotte devono concorrere al processo di modernizzazione e sostenibilità ambientale. L’inquinamento atmosferico richiede soluzioni innovative per la riduzione dei contaminanti e delle emissioni nocive considerando il traffico verso la città ed in generale il problema della mobilità», spiegano gli organizzatori.

In palio, due premi del valore di 500 euro ciascuno che saranno assegnati ai vincitori selezionati da una giuria di esperti dopo la selezione delle idee progettuali presentate.