Black Friday Casa del Materasso
Black Friday Casa del Materasso
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Tumore al seno: da Ancona a San Benedetto un treno speciale per visite gratuite

Fino alla fine del mese di ottobre previste visite, consulenze ed ecografie gratuite a bordo dei treni ad Alta velocità, Intercity e Regionali

La stazione di Ancona

ANCONA – Novità per le Marche a bordo del “Frecciarosa” 2022. Al via un il progetto di prevenzione del tumore al seno promosso dalla Fondazione IncontraDonna con il Gruppo FS Italiane e il patrocinio del Ministero della Salute che per tutto il mese di ottobre ha previsto visite, consulenze ed ecografie gratuite a bordo dei treni ad Alta velocità, Intercity e Regionali e nei FrecciaLounge di Roma Termini e Milano Centrale.

Mercoledì 26 Ottobre un treno Pop straordinario partirà dalla stazione di Ancona Centrale alle 10.25 verso San Benedetto del Tronto, dove arriverà alle 12.06: fermate intermedie a Civitanova Marche alle 10,45 e a Porto San Giorgio alle 11.23.

Il convoglio ripartirà dalla stazione di San Benedetto del Tronto alle 14.15 per arrivare ad Ancona alle 16.20 e fermerà a Porto San Giorgio alle 14.33 e a Civitanova Marche alle 15.12.

A bordo del treno e nelle stazioni di passaggio, dove il treno farà soste prolungate di circa 30 minuti, volontari e medici specialisti saranno a disposizione per fornire consulenze, distribuire materiale informativo ed effettuare visite ed ecografie gratuite.

Tra gli obiettivi di Frecciarosa quello di «incentivare la cultura della prevenzione e favorire la diagnosi precoce del tumore alla mammella che, grazie anche ad una maggiore attenzione agli screening, ha visto diminuire la mortalità di quasi il 7% negli ultimi sei anni. Tutto questo, tra l’altro, a pochi giorni dalle nuove raccomandazioni europee sull’implementazione degli screening oncologici e a fronte dei 55mila nuovi casi l’anno con un 88% di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi. Dati significativi che trovano proprio nella prevenzione e nell’innovazione farmacologica i fattori determinanti», spiega Ferrovie Italiane.

Dopo le restrizioni imposte dalla pandemia, quest’anno la prevenzione è tornata a viaggiare in treno con una serie di iniziative a bordo che hanno collegato il nord e il sud del Paese. Il claim scelto è ‘Riaccendiamo la prevenzione’, che si è declinato con un programma più capillare su tutto il territorio italiano rispetto all’ultima edizione.