Traffico davanti alla scuola Socciarelli, il Comune valuta il servizio scuolabus

Rispondendo a un'interrogazione del consigliere di maggioranza Matteo Vichi (Ancona Popolare), nella seduta del consiglio comunale, gli assessori al comune di Ancona, Borini e Foresi, hanno illustrato le misure messe in atto per aumentare la sicurezza nella zona

Bambini entrano a scuola

ANCONA – Caos viabilità e traffico vicino alla scuola Socciarelli, l’Amministrazione valuta l’attivazione del servizio scuolabus. «I genitori degli alunni hanno presentato una raccolta firme – ha detto il consigliere Matteo Vichi (Ancona Popolare), ieri durante la seduta del consiglio comunale – per richiedere il servizio di trasporto pubblico scolastico per i bambini. Questo potrebbe essere un’ottima soluzione perché via della Montagnola è molto trafficata sia dai genitori che vanno a prendere i figli a scuola, sia dai mezzi pesanti. Quali sono i provvedimenti che l’Amministrazione intende attuare?».

Tiziana Borini, assessore alle Politiche Educative

«Ho incontrato alcuni genitori che mi hanno consegnato la raccolta firme – ha risposto Tiziana Borini, assessore alle Politiche Educative – e ho verificato gli indirizzi delle abitazioni dei bambini che sarebbero interessati al servizio scuolabus. La scuola Socciarelli è nuova, molto attraente e a tempo pieno, per cui le richieste sono aumentate e si sono verificate situazioni che non potevamo prevedere. Anche molti bambini che non vivono nel quartiere frequentano la scuola. Purtroppo con le risorse che abbiamo, sia come numero di autisti che di mezzi, quest’anno scolastico non siamo stati in grado di fornire il servizio, ma stiamo raccogliendo in questi giorni le iscrizioni e ogni anno, in base a quelle che pervengono, definiamo i percorsi. Alla chiusura delle iscrizioni, quindi, valuteremo in quali zone l’esigenza è maggiore e prenderemo in considerazione anche questa richiesta dei genitori, perché è evidente che c’è un aumento di iscrizioni. Il prossimo anno scolastico nella scuola Socciarelli ci saranno due classi prime, anziché una sola. Ovviamente tutto questo compatibilmente con le risorse disponibili».

L’assessore alla Viabilità e alla Sicurezza Stefano Foresi ha invece spiegato le misure messe già in atto per aumentare la sicurezza nella zona. «Abbiamo dato una risposta importante con la presenza costante della Polizia municipale e con la segnaletica verticale. I vigili urbani quotidianamente sono presenti all’ingresso della scuola e abbiamo sistemato dei segnali di preavviso con doppio lampeggiante che avvertono gli automobilisti prima di arrivare al passaggio pedonale davanti alla scuola. Abbiamo anche messo due attraversamenti pedonali luminosi».