Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Tracciabilità, sequestrati 80 chili di alimenti a Falconara

Ispezione congiunta di Polizia Locale e Asur nei negozi del centro. Il commerciante era già stato pizzicato nel mese di ottobre per irregolarità. Il sindaco Stefania Signorini: «Mi congratulo con i nostri agenti»

FALCONARA – Sequestrati 80 chili di prodotti alimentari congelati, fra carne e pesce, in un negozio di via Flaminia a Falconara.

L’operazione, scattata nell’ambito di un’azione di monitoraggio dei negozi del luogo, è stata condotta ieri pomeriggio (venerdì 9 novembre) dagli agenti della Polizia Locale di Falconara in collaborazione con medici e ispettori dell’Asur. A finire nei guai un commerciante del settore alimentare che era già stato pizzicato un mese fa con merce irregolare. Nel corso dei nuovi controlli di routine, gli agenti del settore commercio della Polizia Locale sono tornati nuovamente nell’attività per verificare se il commerciante si fosse messo in regola, ma nonostante le violazioni gli fossero già costate una multa di 6 mila e 500 euro, il titolare si è fatto trovare con altra merce irregolare.

La carne e il pesce sono stati sequestrati dopo due ispezioni, una avvenuta giovedì mattina e l’altra venerdì pomeriggio. I prodotti alimentari erano stati messi in vendita senza rispettare né le norme igienico sanitarie né quelle relative alla tracciabilità.

Nel corso del precedente controllo, avvenuto nel mese di ottobre, quando era scattato il primo sequestro di merce, al commerciante erano state contestate anche irregolarità Scia, dal momento che nel negozio erano stati trovati in vendita anche prodotti non alimentari.

«Mi congratulo con i nostri agenti – ha detto il sindaco Stefania Signorini, che ha delega alla Sicurezza – perché stanno garantendo il presidio del territorio a 360 gradi e riescono a interpretare al meglio il loro ruolo, rispondendo alle diverse esigenze della nostra comunità. I monitoraggi a tutela della salute pubblica saranno sempre più frequenti e andranno a integrarsi al più vasto programma di controlli volti ad aumentare la sicurezza urbana. In questi mesi la polizia locale di Falconara ha portato avanti attività contro le truffe telematiche, la falsificazione dei permessi di sosta, ha individuato automobilisti senza assicurazione o con la revisione scaduta grazie ai posti di blocco e recentemente ha segnalato alla Procura il caso di una persona che si prostituiva in un appartamento del centro, dimostrando che il Comando è attivo su più fronti».