Torrette, open day sulle malattie reumatiche. Gabrielli: «Prevenzione importante»

Le visite gratuite si svolgeranno nella giornata del 10 maggio nell'ospedale dorico. Le prenotazioni da martedì 30 aprile. L'approfondimento con il direttore della Clinica Medica di Ancona, Sod Immunologia Clinica

L'ospedale regionale di Torrette, ad Ancona

ANCONA – In occasione della Festa della mamma gli Ospedali Riuniti di Ancona aderiscono all’(H)Open Day organizzato da Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, dedicato alla prevenzione, diagnosi e cura delle malattie reumatiche. Il 10 maggio, presso la Clinica Medica di Torrette, sono previsti visite e consulti gratuiti per le donne.

Le prenotazioni, aperte dal 30 aprile, potranno essere effettuate presso la sede della Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus a Torrette (al primo piano nella zona del vecchio ingresso) dalle 9 alle 12, oppure telefonando negli stessi orari al numero 0715963741.

Le malattie reumatiche sono patologie croniche caratterizzate da infiammazione e colpiscono organi ed apparati diversi, in molti casi insorgono per meccanismi autoimmuni: il sistema immunitario (difesa dell’individuo dagli agenti estranei come virus e batteri) non riconosce più i fattori estranei da se stesso e aggredisce l’organismo producendo “auto-anticorpi” che causano un danno ai tessuti e la comparsa della malattia.

Tra le malattie reumatiche, artrosi, artriti infiammatorie croniche (artrite reumatoide), connettiviti sistemiche (lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, sindrome di Sjogren) e vasculiti.

Nelle Marche, come nel resto d’Italia, l’artrosi è la malattia reumatica più frequente negli anziani. L’artrite reumatoide, invece, è la più frequente tra quelle infiammatorie e colpisce intorno all’1% della popolazione.

Armando Gabrielli, direttore della Clinica medica degli Ospedali Riuniti di Ancona

«Patologie molto frequenti nella popolazione – spiega il direttore della Clinica Medica di Ancona, Sod Immunologia Clinica, Armando Gabrielli – la cui frequenza e prevalenza variano a seconda della patologia reumatica. L’artrosi è estremamente frequente e la sua incidenza aumenta con il progredire dell’età. Altre malattie reumatiche, caratterizzate da un meccanismo infiammatorio, come l’artrite reumatoide, la spondiloartrite, il lupus eritematoso, la sindrome di Sjögren, le vasculiti e la sclerodermia, sono più rare e serie, e per questo richiedono un intervento specialistico. Occorre un esatto inquadramento clinico per una diagnosi corretta e un successivo percorso terapeutico».

Patologie per le quali diagnosi precoce e prevenzione sono estremamente importanti, come sottolinea il professor Gabrielli: «Oggi ci sono nuovi farmaci a disposizione che hanno cambiato il corso della malattia riducendone la gravità e la necessità di ricoveri ospedalieri e di carico assistenziale». Importante, spiega il primario, che i pazienti facciano riferimento «a centri specialistici sul territorio come quello di Torrette o la Clinica Reumatologica di Jesi, che hanno esperienza nella diagnosi, nella cura e nella terapia».

Il processo diagnostico è clinico, con il supporto di esami radiologici e di laboratorio. Tra gli esami radiologici, Tac alle articolazioni, risonanza magnetica, studio ecografico delle articolazioni e capillaroscopia, mentre gli esami di laboratorio  prevedono prelievi del sangue sia tradizionali che immunologici per indagare la presenza di una infiammazione.

Marisa Carnevali

«La Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus è nata nel 2009 con l’obiettivo di migliorare il livello qualitativo dell’assistenza in ospedale, anche attraverso la personalizzazione delle cure, la qualità del soggiorno e del comfort dei pazienti e dei loro familiari, sostenendo al tempo stesso lo sviluppo della ricerca scientifica e della formazione del personale – spiega la presidente della Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus, Marisa Carnevali – . Anche quest’anno la la Fondazione partecipa con l’ospedale alle iniziative del progetto Onda per la tutela della salute della donna».

LA PROSSIMA INIZIATIVA DELLA FONDAZIONE
La Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus, sempre in prima linea, ha organizzato anche un’altra iniziativa: il 12 maggio in piazza Roma ad Ancona sarà possibile eseguire ecodoppler gratuiti dei vasi del collo in collaborazione con i medici della Chirurgia Vascolare di Torrette, della Clinica Neurologica e della Medicina Vascolare. L’iniziativa, è patrocinata dal Comune di Ancona e dall’Ordine dei Medici della Provincia di Ancona. Gli esami potranno essere eseguiti senza prenotazione.