Torna la Notte dei ricercatori: il programma ad Ancona e Macerata

L'iniziativa, cofinanziata dalla Commissione dalla Commissione Europea, coinvolge l’Università Politecnica delle Marche e l’Università di Macerata e si svolgerà il 27 settembre. Nel capoluogo dorico due appuntamenti sono in programma anche il giorno precedente

Presentazione di Sharper 2019, la notte europea dei ricercatori ad Ancona e Macerata
Presentazione di Sharper 2019, la notte europea dei ricercatori ad Ancona e Macerata

ANCONA – L’astrofisico e astronomo Luca Perri e il cantante e matematico Lorenzo Baglioni saranno gli ospiti di Sharper, la notte europea dei ricercatori che tornerà nel capoluogo il 27 settembre e che quest’anno raddoppierà con due appuntamenti anche il giorno precedente. Sul solco dell’anno scorso anche per questa sesta edizione l’Università Politecnica delle Marche ha coinvolto l’Università di Macerata: due atenei uniti dal comune obiettivo di disseminare i risultati della ricerca. Ancona e Macerata, quindi, racconteranno la passione, le scoperte e le sfide dei ricercatori attraverso mostre, spettacoli, concerti, giochi e conferenze.

«Parlare di ricerca – sottolinea il rettore dell’UnivPM Sauro Longhi – significa parlare di conoscenza e cultura. Gli eventi in programma quest’anno sono talmente tanti che abbiamo deciso di organizzare due appuntamenti il 26 settembre, alle ore 16. Il “Research Trekking” sarà un’escursione tra i luoghi della città contaminati dai ricercatori della Politecnica, un itinerario scientifico a tappe che percorrerà il centro storico, dal Duomo al porto, presentando i progetti di ricerca condivisi con i nostri ricercatori». L’altro evento del 26 settembre sarà invece “Moby Litter”, un’iniziativa di sensibilizzazione sull’inquinamento da plastiche nel mare che nasce dalla collaborazione tra UnivPM e Garbage Service srl, azienda leader nel campo dei Servizi Ecologici Portuali.

Venerdì 27 settembre si partirà invece al mattino con una serie di eventi dedicati alle scuole superiori, nel Polo Alfredo Trifogli a Monte Dago. Alle 9.30 ci sarà una caccia ai gufetti 3.0 e alle 11 “La Sinfonia degli Elementi: Tavola Periodica 150”, uno spettacolo interamente realizzato dai ragazzi dell’ITT G. e M. Montani di Fermo con musiche del Conservatorio Pergolesi di Fermo. Durante il pomeriggio, in piazza Roma e corso Garibaldi, ci saranno stand e attività per grandi e piccini all’interno della fiera della scienza dove i ricercatori dai laboratori esporranno i loro progetti sull’Antartide e la vita al Polo, sulla fioritura delle alghe e gli stili di vita sani. Torneranno il “Medical check-up”, il “Forensics bus” e l’area bimbi “Sharper microgenius”. Ci saranno per i bambini attività per la mente e per il corpo con il Coderdojo e i campi sportivi dedicati al basket, volley e calcio.

Lorenzo Baglioni

Non mancheranno le attività dell’Inrca per controllare la propria età biologica, dell’Istat e del Museo Omero per toccare volti e corpi e scoprire con le proprie mani le opere d’arte. E ancora visita guidata alla mostra Polytechne presso la Facoltà di Economia, collegamenti con l’Adriatic Ionian Youth Games e il Festival della storia. Tutti i ricercatori saranno in diretta radiofonica su Radio Arancia. La sera si partirà invece alle 21.30 in piazza del Plebiscito con Luca Perri e “La fisica di Star Wars” e, a seguire, salirà sul palco Lorenzo Baglioni, matematico arrivato a Sanremo con il brano Il Congiuntivo che divulgherà la scienza e la cultura attraverso la musica. A seguire il videomapping “La ricerca di nuovi mondi”, uno spettacolo creativo e visivo curato interamente dagli studenti, e la Silent Disco.

Oltre i muri, fino alla Luna…” sarà invece il tema della notte europea dei ricercatori a Macerata. «Siamo felici di partecipare all’iniziativa per il secondo anno – dichiara il rettore Unimc Francesco Adornato – e quest’anno ricorderemo due eventi importanti, i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino e i 50 anni dall’allunaggio. Questi temi saranno reinterpretati con gli strumenti peculiari dell’Ateneo: letteratura, diritto, archeologia, pedagogia». La notte dei ricercatori maceratese sarà in piazza Cesare Battisti e nel portico del Palazzo degli Studi. Sul palco centrale si alterneranno i momenti più spettacolari, come il processo simulato sul cyberspazio o la dimostrazione di come gli archivi possano svelare momenti e personaggi storici quali l’allunaggio, la caduta del muro di Berlino e Leonardo da Vinci. UniMC celebrerà, inoltre, il bicentenario dello scrittore e poeta Theodor Fontane, il “cantore del Brandeburgo”, simbolo di unità culturale nella Germania divisa dal muro di Berlino. Ci saranno anche un’intervista speciale, quella a Pepper, il robot progettato per aiutare i docenti in aula, e un gioco a quiz per imparare l’italiano giuridico.

Il loggiato del Palazzo degli Studi ospiterà laboratori, corner informativi e performativi dedicati a letteratura, teatro, giornalismo, applicazioni divertenti degli studi latini, documenti digitali, ecologia e riciclaggio, progetti europei nonché le scene del crimine ricostruite a cura della Polizia Scientifica. Tanti i laboratori per bambini: giochi d’inchiostro e ritaglio carta, strumenti digitali per scoprire il territorio, scrittura creativa con i tarocchi, giocare con gli archivi. Per grandi e piccini sarà, invece, il tour ludico “Urban Ticass by night”. Il vicino Palazzo De Vico ospiterà una mostra sugli aspetti storici e topografici delle Marche antiche.

Il programma ad Ancona (depliant pagina interna)
Il programma ad Ancona (depliant pagina esterna)
Il programma a Macerata