Tipicità in blu: Mandracchio sold out per i sapori dell’Adriatico

Quarta edizione del festival dedicato ai temi del mare. Tantissime le persone che sabato e domenica hanno assaggiato i piatti della tradizione anconetana innaffiati dal buon vino marchigiano

ANCONA – Il mare è arrivato ufficialmente in città e centinaia di persone hanno risposto al richiamo sabato 27 e domenica 28 maggio, accorrendo al Blu Village del Mandracchio, per gustare le prelibatezze proposte dai membri del Consorzio operatori turistici della baia di Portonovo e per degustare i vini locali della comunità dei vignaioli dell’associazione Marchigianamente.

L’ingresso del Blu Village

Non solo degustazioni durante la quarta edizione di Tipicità in Blu, il festival dedicato ai temi del mare, alla blue economy e alla sostenibilità della pesca, ma anche conferenze, meeting e tante occasioni di riflessioni sul prezioso Mare Nostrum: «E’ un modo differente – si legge sul sito dedicato all’evento – per far vivere ai partecipanti l’esperienza in blu ed apprezzare le mille sfaccettature di una città protesa tra mare e terra, sempre pronta a sorprendere il visitatore».

Al mercato ittico si sono formate lunghe file di persone desiderose di provare i piatti tipici come i sardoni a scottadito, i moscioli di Portonovo, lo stoccafisso all’Anconitana, le raguse in porchetta, le seppie con i piselli, i vinciscgrassi di mare, la frittura di totani e calamari e quella di paranza, il tutto innaffiato da ottimo vino locale proposto con la formula “tre assaggi a cinque euro”. «Quella di stasera è stata davvero un’ottima cena – dice Lorenzo, uno dei tanti partecipanti anconetani che sabato sera hanno assaggiato le prelibatezze di mare – ho riassaporato i piatti della tradizione, erano davvero ben fatti e conditi all’antica maniera. Mi è piaciuto davvero tutto!».

Dall’altra parte gli operatori hanno macinato senza sosta per fornire un servizio ottimale ai clienti: “Abbiamo lavorato moltissimo in questi giorni – spiega una delle cuoche della Fonte, storico ristorante di Portonovo – e sembra che le persone abbiano apprezzato parecchio. Ad esempio le tradizionali seppie condite con piselli sono andate letteralmente a ruba”.

I ballerini della comunità ellenica

E, a proposito di tradizioni, sabato sera sono sbarcati direttamente da Igoumenitsa, Grecia, i ballerini della comunità ellenica, che hanno offerto uno spettacolo di musica e danza folkloristica che ha ammaliato i presenti creando un’atmosfera unica sullo sfondo dei pescherecci.