Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Tentata violenza sessuale agli Archi di Ancona, identificato un 30enne

Si tratta di un 30enne, di origine africana, già noto alle Forze dell'Ordine. L'uomo era già destinatario della misura di divieto di dimora nella provincia di Ancona emessa lo scorso luglio

ANCONA – È stato identificato dalla Polizia l’autore della tentata violenza sessuale commessa nei confronti di una donna in zona “Archi” nel capoluogo dorico: si tratta di un 30enne, di origine africana, già noto alle Forze dell’Ordine. L’uomo era già destinatario della misura di “divieto di dimora nella provincia di Ancona” emessa dal Gip di Ancona lo scorso luglio. Ora per lui scatta la denuncia per i reati di tentata violenza sessuale, lesioni e cessione di stupefacente. L’uomo è stato rintracciato nel tardo pomeriggio di sabato (10 ottobre) dai poliziotti della Squadra Mobile e delle Volanti. La tentata violenza era avvenuta nelle prime ore della mattina dello stesso giorno.

LA STORIA
La vicenda ha avuto origine quando il personale delle Volanti della Questura di Ancona è intervenuto, grazie ad una segnalazione, in zona “Archi” in soccorso di una ragazza rimasta vittima di percosse e tentata violenza sessuale, commessi da un giovane uomo di origini africane a cui si era rivolta per acquistare dello stupefacente. Secondo le prime ricostruzioni dei fatti svolte dai poliziotti un giovane africano di circa trenta anni, dopo aver ceduto dell’eroina alla ragazza, le chiedeva una prestazione sessuale come corrispettivo. Dopo aver rifiutato la giovane ha tentato di allontanarsi ma l’uomo l’ha raggiunta e picchiata.

Grazie alle sirene delle volanti l’aggressore ha desistito fuggendo. I poliziotti hanno trovato la donna in evidente stato di shock ma comunque in grado di raccontare l’accaduto. La ragazza è stata poi trasportataa a Torrette dal 118.

Per tutta la mattinata e il pomeriggio i poliziotti della Squadra Mobile e delle Volanti di Ancona hanno battuto ogni angolo della città per rintracciare l’aggressore che veniva trovato verso le 18 nel Parco Pacifico Ricci in compagnia di altri connazionali.