Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Stalking, perseguita la ex e le sfonda la porta di casa

È accaduto a Numana dove un elettricista di 41 anni originario di Castelfidardo, pregiudicato, non ha accettato la fine del rapporto sentimentale e dal mese di marzo ha iniziato a molestare la ex

NUMANA- Sfonda la porta di casa dell’ex fidanzata e alla presenza della donna, frantuma con un martello il suo ventilatore e il decoder. L’uomo, A.F., elettricista, 41 anni, di Castelfidardo, pregiudicato, non ha accettato la fine del rapporto sentimentale e dal mese di marzo ha iniziato a perseguitare l’ex. Con condotte reiterate, la molestava continuamente con telefonate e messaggi ingiuriosi, fino alla data dell’ultimo litigio, sfociato nella furia del 41enne.

Ieri pomeriggio si è presentato nell’abitazione della donna in via Marconi, ha sfondato la porta, ha distrutto alcuni oggetti in camera da letto con un martello, rinvenuto e sequestrato in casa dai militari, ed è fuggito. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri di Numana. La donna terrorizzata ha sporto querela. I militari hanno raccolto gravi e concordanti indizi di reità circa i reati di “Atti Persecutori (Stalking) e Danneggiamento” commessi dall’uomo nei confronti dell’ex fidanzata. Dei fatti, è stata data comunicazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona con contestuale richiesta di applicazione di idonea misura cautelare.