Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Stadio Dorico, Manarini: «Lavori ultimati entro la prossima stagione sportiva»

L’assessore ai Lavori Pubblici del comune di Ancona, rispondendo a un’interrogazione del consigliere del M5S Gianluca Quacquarini, ha fatto il punto degli interventi per il restyling dell'impianto sportivo del viale della Vittoria

Lo Stadio Dorico pronto al restyling
Lo Stadio Dorico pronto al restyling

ANCONA – Nuovo campo in erba sintetica, campetto da calcetto coperto e moderno impianto d’illuminazione. Questi interventi nello stadio Dorico saranno ultimati «entro la prossima stagione sportiva», ha assicurato ieri in consiglio comunale l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini, rispondendo a un’interrogazione del consigliere del M5S Gianluca Quacquarini sui lavori di riqualificazione dello stadio.

Nelle intenzioni dell’Amministrazione, lo stadio Dorico sarà la casa dell’Anconitana, con campi per l’allenamento della prima squadra e per le gare juniores, ma anche un impianto polisportivo con spazi per il calcetto e il tennis, il basket e l’atletica, e un luogo da vivere per il quartiere. Il piano triennale delle opere pubbliche destina complessivamente 2,4 milioni al restyling dello stadio Dorico e sono previste tre fasi di lavori.

Paolo Manarini, assessore ai Lavori Pubblici

«La prima fase riguarda il nuovo campo in erba sintetica – ha spiegato Manarini – il campetto da calcetto coperto e l’intervento sull’illuminazione. Per questi interventi sono stati messi a bilancio 700mila euro nel 2019 ed entro settembre – ottobre saranno ultimati». In particolare per il nuovo impianto d’illuminazione, l’intervento prevede «la realizzazione di nuovi otto pali in acciaio alti 15 metri, posti lungo i lati del campo da gioco, al di sopra dei quali verranno collocati 36 fari a led (potenza 914 Watt) che garantiranno un’illuminazione sul campo da gioco di 300 lux, come previsto dalle normative Coni», ha spiegato Manarini.

Poi nel 2020 si passerà alla fase 2 del progetto, con 900mila euro a bilancio destinati a sistemare l’attuale zona della tribuna coperta e gli spogliatoi. Ancora da decidere se si procederà con una demolizione e ricostruzione o se basterà un restauro della vecchia struttura. La terza fase è prevista nel 2021, con un investimento da 800mila euro, e riguarderà la demolizione della gradinata laterale, la sistemazione della curva e del portale d’ingresso.