Ancona, spray urticante a bordo del bus: in 5 finiscono in ospedale

È successo in serata in via Giordano Bruno. Si cerca una coppia di ragazzi fuggita dopo che il mezzo si è fermato

Polizia in via Giordano Bruno (foto d'archivio)

ANCONA – Malori a bordo di un bus, questa sera, 21 ottobre, ad Ancona, a causa di qualcuno che ha spruzzato una sostanza urticante. Cinque le persone soccorse e finite in ospedale per accertamenti, una è l’autista. Una donna ha avuto un giorno di prognosi.

Erano le 22.20 quando all’interno dell’1/3 si è scatenato il panico. L’aria è diventata irrespirabile e i passeggeri hanno iniziato a tossire. L’autista si è accorto che qualcosa non andava e ha fermato il mezzo, diretto alla stazione, cento metri prima del palazzo dell’Enel. Ha aperto le porte perché l’aria all’interno era diventata pungente e irrespirabile.

Un ragazzo e una ragazza sono stati visti fuggire via. Sarebbero stati loro gli autori dello spruzzo. Era peperoncino? Non si sa. Il mezzo era arrivato quasi vuoto in piazza Ugo Bassi dove sono saliti diversi passeggeri tra i quali anche la giovane coppia, di circa 20 anni. Lei era visibilmente ubriaca. Sarebbe stata la giovane a gettare qualcosa dentro il bus, si ipotizza una sostanza urticante perché subito dopo i passeggeri hanno avvertito bruciore agli occhi e alla gola tanto da tossire.

Al centro del mezzo è stata trovata una chiazza di liquido, forse i resti di quello diffuso nell’aria. È stato analizzato dalla polizia scientifica inviata sul posto da una pattuglia delle volanti dirette da Franco Pechini. I poliziotti, allertati dall’autista, sono andati in via Giordano Bruno per i primi accertamenti. Compreso cosa era accaduto, hanno chiamato il 118 e la scientifica. I passeggeri e l’autista, che non hanno riportato gravi conseguenze, hanno avuto bisogno delle cure mediche per alleviare l’effetto urticante inalato.

Il bus è munito di telecamere che domani verranno analizzate per vedere se hanno ripreso quanto accaduto all’interno del mezzo pubblico.