CONI Marche, Fabio Luna entusiasta alla Bit di Milano

Nell'ambito dell'importante manifestazione fieristica milanese Fabio Luna ha fatto il punto sulle iniziative sportive nelle Marche, «da sempre terra di sport. Un patrimonio costruito con lungimiranza e impegno»

Fabio Luna alla Bit di Milano

MILANO- Insieme alla Regione Marche, nell’ambito della BIT di Milano, era presente anche il CONI Regionale rappresentato dal presidente Fabio Luna. La partecipazione all’evento fieristico tra i più importanti del settore turistico testimonia ancora una volta la grande sinergia tra CONI e Regione in ambito sportivo e non solo.

A rinsaldare questa tesi anche l’Università Politecnica delle Marche che, attraverso il diktat “Nelle Marche lo sport è turismo”, ha dimostrato che, nell’organizzazione di un grande evento sportivo, un euro generi per il territorio circa nove euro ulteriori di ricchezza.

Sono stati poi ribaditi gli appuntamenti annuali previsti nelle Marche e non sono mancati ospiti ed autorità. Oltre al presidente del CONI Marche Luna, presente anche il Vice Giovanni Torresi, le ginnaste Letizia Cicconcelli e Beatrice Tornatore e il presidente del CR Federazione Tennis Emiliano Guzzo. A condurre lo spazio dedicato alla nostra regione Marco Ardemagni di Caterpillar.

Tanta emozione per Fabio Luna che ha speso parole di grande elogio per lo sport nelle Marche: «A chi è del settore non stupirà un’agenda tanto densa di manifestazioni internazionali. Infatti le Marche, da sempre, sono terra di sport. Non solo perché la regione ha dato, e continua a dare, i natali a grandi campioni, ma anche per la qualità dei suoi impianti e per la capacità organizzativa delle istituzioni e degli operatori sportivi locali. Senza dimenticare la vivacità del suo movimento sportivo di base, il livello più importante per raggiungere risultati di vertice, sia sui campi di gara sia nella dirigenza.

Tutti aspetti che hanno reso le Marche, in più di un’occasione, protagoniste della scena sportiva internazionale, location ottimale per competizioni di altissimo livello. Un patrimonio costruito con lungimiranza ed impegno e che oggi rappresenta, dai alla mano, un valore anche in termini di turismo e sviluppo economico».