Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

La Luciana Mosconi si gode il successo aspettando domenica

Il match vinto con l'Aquila Basket Palermo ha evidenziato un ottimo stato di forma per la compagine anconetana nel concentramento di Ferentino. Domenica alle 15.00 la volontà è di conquistare subito la promozione

La Luciana Mosconi in grande spolvero nel match di ieri
La Luciana Mosconi in grande spolvero nel match di ieri

FERENTINO (FR)- La Luciana Mosconi Ancona vince, con pieno merito, con l’Aquila Basket Palermo e si mette alla finestra in attesa dell’ultima gara di domenica, palla a due ore 15.00, con il GSD Basket Ferrini (che oggi scenderà in campo contro i siciliani). Una vittoria darà alla formazione di Marsigliani la promozione in Serie B, obiettivo dichiarato da inizio stagione.

Per il Campetto ammirato ieri, in evidenza Fabio Ruini e non solo per i 26 punti. Anche a Ferentino è arrivata la convinzione che per l’esperto giocatore reggiano questa categoria sta davvero stretta. Con lui ottima la prova di Filippo Centanni, puntuale e letale specie nel momento decisivo del match.

Parte bene Ancona (10-5 in avvio), Palermo risponde con ordine e il primo quarto vive sull’equilibrio fino al 22-18 del 10′. In apertura di seconda frazione i dorici strappano fino al 32-21 grazie al contributo della panchina. Il team siciliano però è pronto nuovamente alla replica e riemerge fino al 39-36 con le due squadre costrette a gestire i falli dei rispettivi totem Tarolis e Vranjkovic.

Filippo Centanni apre i fuochi della ripresa (50-39 dopo 1′) ma gli avversari sono sempre li con un contro-break di 7-0 (50-46). Le energie iniziano a scarseggiare soprattutto sul fronte siciliano, la Luciana Mosconi Globo sfrutta le sue maggiori rotazioni e a metà di terzo quarto tocca il +11 (61-50) nonostante Tarolis limitato dal 4°fallo. Palermo potrebbe rientrare ancora ma non sa sfruttare a dovere un fallo tecnico fischiato forse fin troppo generosamente a Maddaloni. 0/3 dalla lunetta e palla persa, dall’altra parte il solito Centanni è un fulmine e l’ultimo intervallo arriva sul 65-52 e con tonnellate di inerzia e fiducia in mano ai dorici. L’ultimo quarto si apre senza canestri per i primi 3′, tutto gioca a favore degli anconetani che gestiscono il vantaggio. Palermo arriva a -10 ma poi subisce un mortale 7-0 che di fatto chiude i conti. Una magia di Ruini in entrata, il tiro da fuori di Giachi e la tripla del fenomeno emiliano mandano in visibilio il manipolo di sportivi dorici al seguito della squadra. 73-56 a 5′ dalla fine suona come una sinfonia per coach Marsigliani e i suoi.

Palermo non ci crede più anche perchè la differenza di tenuta atletica adesso è davvero evidente. Marsigliani gestisce abilmente le risorse e inizia a pensare alla sfida decisiva di domenica. La gara procede verso l’epilogo con l’83-68 finale che certifica il primo passo verso un sogno chiamato Serie B.

LUCIANA MOSCONI GLOBO- AQUILA PALERMO 83-68

LUCIANA MOSCONI GLOBO: E.Centanni 3, F.Centanni 18, Ruini 26, Zandri, Giachi 9, Luini 2, Tarolis 6, Maddaloni 2, Redolf 4, Cognigni n.e., Pajola, Baldoni 13. All.Marsigliani

AQUILA PALERMO: Ranalli 4, Levron 5, Rappa 6, Giardina 10, Vranjkovic 8, Amato n.e., Tagliareni 21, Palmisano, Dragna 7. All.Priulla

agrturismo il gelso fabriano