Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Spiagge libere a Sirolo: come funziona l’app per prenotare. Moschella: «Arrivano i turisti stranieri»

Per accedere alla spiaggia del Frate, spiaggia Urbani, San Michele-Sassi Neri e Due Sorelle è necessaria la prenotazione tramite l’applicazione "Sirolo Spiagge" creata dal Comune della perla del Conero

La spiaggia di San Michele a Sirolo
La spiaggia di San Michele a Sirolo (Foto: turismosirolo.it)

SIROLO – Per usufruire delle spiagge libere di Sirolo – spiaggia del Frate, spiaggia Urbani, San Michele-Sassi Neri, Due Sorelle – è necessaria la prenotazione tramite l’app “Sirolo Spiagge”, creata appositamente dal Comune della perla del Conero per garantire sicurezza e distanziamento secondo le misure anti Covid. Inoltre, da sabato 13 giugno al 30 settembre, dalle 9 alle 15, ad accogliere i bagnanti in questi tratti di arenile ci saranno i volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri. L’applicazione, attiva fin dall’inizio della stagione balneare (29 maggio), è disponibile per IOS e Android ed è riconoscibile dal nuovo logo di Sirolo.

La schermata dell’app Sirolo Spiagge

Una volta scaricata, nella home page comparirà la lista delle 4 spiagge libere con la descrizione di come raggiungerle. Cliccato sulla località desiderata, si seleziona la data e la fascia oraria-mattina (8-13), pomeriggio (13-18), giornata intera (8-18), visualizzando il numero delle aree disponibili. Poi, si prosegue cliccando registrati ed inserendo i propri dati. All’email indicata sarà inviata la ricevuta della prenotazione che dovrà essere portata in spiaggia per il possibile controllo da parte del personale addetto all’accoglienza e all’assistenza. L’area riservata, non individuabile al momento della prenotazione, sarà scelta dal bagnante quando arriverà in spiaggia. La prenotazione è necessaria tutti i giorni della settimana. Prima delle 8 o dopo le 18 è possibile recarsi nei tratti liberi senza dover riservare il proprio posto.

«Il vantaggio è che prima di partire da casa il bagnante sa già se trova posto o meno – commenta il primo cittadino, Filippo Moschella -. Inoltre, i residenti, i proprietari di abitazioni e i dimoranti nelle strutture ricettive di Sirolo possono prenotare 48 ore prima, i visitatori 12 ore prima. Questo per garantire a chi pernotta in paese la possibilità di trovare posto al mare».

Chi non ha cellulare o email può recarsi all’Ufficio Informazioni e Assistenza Turistica in Piazza Vittorio Veneto, dove verrà effettuata gratuitamente la prenotazione. Nei tratti di arenile libero dovrà essere assicurato il distanziamento fisico e i bagnanti dovranno rispettare la distanza minima di 3,5 metri da palo a palo per gli ombrelloni e di 2 metri tra i lettini, sdraie, teli da mare ecc. Inoltre, gli utenti devono indossare la mascherina al momento dell’arrivo, fino al raggiungimento della postazione scelta e, analogamente, all’uscita dalla spiaggia. La regolamentazione degli accessi e degli spostamenti negli arenili sarà attuata anche attraverso percorsi dedicati.

Considerato il distanziamento sociale, nelle quattro spiagge libere complessivamente possono accedere oltre 2.000 persone: 114 nella spiaggia del Frate, 369 in spiaggia Urbani, 1.161 a San Michele-Sassi Neri e 549 alle Due Sorelle. Oltre che a piedi, con i mezzi privati e pubblici, è possibile recarsi al mare noleggiando bici elettriche presso la Pro Loco in piazza Vittorio Veneto. A Sirolo intanto sono già arrivati i primi turisti.

«Alcuni sono già arrivati, altri arriveranno nelle prossime settimane – dichiara il sindaco Moschella -. Le strutture che normalmente lavorano con i turisti stranieri stanno ricevendo le prenotazioni. Ci aspettiamo un andamento regolare, per ora il trend delle prenotazioni è positivo».