Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Spiagge libere, boom di prenotazioni a Portonovo ma «servono più controlli»

Il presidente di iBeach, Alessandro Pesarini, ci racconta come stanno andando le prenotazioni con l'app, l'applicazione per riservare gratuitamente il proprio posto telo o stallo ombrellone negli arenili dorici

La spiaggia di Mezzavalle

ANCONA-  Sono 9.184 le prenotazioni effettuate finora con l’app iBeach, l’applicazione adottata dal Comune di Ancona per riservare gratuitamente il proprio posto telo o stallo ombrellone nelle spiagge libere di Portonovo e Mezzavalle il sabato e la domenica.  Nei primi tre weekend i check-in sono stati 4.641, con una media, nelle giornate del 20 e del 21 giugno, di circa del 75%.

Alessandro Pesarini, presidente iBeach

«Ciò significa che alcuni bagnanti non hanno fatto la registrazione. Il check-in serve perché, se in spiaggia c’è una persona con il Covid, si riescono a ritrovare tutti coloro che quel girono sono stati al mare e quindi, ad esempio, a fargli il tampone- spiega Alessandro Pesarini, presidente iBeach. Alcuni bagnanti invece non hanno fatto il check-in perché hanno avuto difficoltà con la connessione ad internet, come si è verificato a Mezzavalle, oppure perché non hanno trovato il cartello con il Qr-code da inquadrare. Questi problemi però non dipendono dall’app che funziona perfettamente. Per Mezzavalle avevamo anticipato al Comune che non ci sarebbe stata connessione e quindi avevamo proposto fin da subito una soluzione, adottata successivamente, dopo le difficoltà dei primi giorni. In pratica si prendono i numeri di prenotazione poi il check-in viene effettuato dallo steward, inizialmente invece lo facevamo noi da sistema».

Le prenotazioni nelle spiagge libere hanno sempre registrato il tutto esaurito?
«Le spiagge libere di Ramona, Fortino e Capannina fanno sempre sold out mentre a Mezzavalle rimangono spesso delle postazioni, quindi o non c’è poi così tanta richiesta oppure qualcuno scende senza prenotazione. Probabilmente con l’arrivo del caldo e con l’estate che entra nel vivo si riempiranno tutti i posti telo e ombrellone- afferma Pesarini-. Il lunedì apriamo le prenotazioni per i due weekend successivi e nel giro di 4-5 giorni è pressoché tutto esaurito».

Il momento del check-in a Mezzavalle

Avete ricevuto delle segnalazioni?
«Moltissime. L’app viene vista come un servizio del Comune quindi ci arrivano email e segnalazioni di cose che non dipendono da noi. Ad esempio ci scrivono persone che non trovano il cartello con il Qr-code, oppure altre che non trovano posto in spiaggia. Altre segnalazioni riguardano la mancanza di controlli da parte della Polizia Locale in quanto purtroppo ci sono persone che non rispettano le regole e vanno in spiaggia libera senza aver prenotato. Anche noi abbiamo fatto presente al Comune l’importanza di fare controlli il sabato e la domenica, specie nella fascia 12-14- riferisce il presidente di iBeach-. Abbiamo ricevuto anche delle lamentele perché è possibile cancellare la prenotazione fino alle 23:59 del giorno precedente, ma questa è una misura che abbiamo attuato per permettere a tutti di usufruire della spiaggia libera. Ricordo che in caso di maltempo è possibile cancellare fino alle 9 di mattina».

Per il momento vi sembra che gli utenti siano soddisfatti del servizio? «Sì, l’80% dei feedback che abbiamo ricevuto sono positivi. Molte persone ci hanno chiamato per dirci che finalmente possono andare al mare tranquilli perché hanno il posto prenotato e sperano che resti così anche quando le cose torneranno alla normalità. Gli utenti sono soddisfatti del servizio, anzi, ci hanno detto che se fossero gestiti allo stesso modo anche i parcheggi sarebbe meglio. Chissà, magari in futuro, per il momento ci occupiamo dei parcheggi degli stabilimenti balneari nostri clienti».