Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Sirolo: oltre 1 milione e 800mila euro di attivo senza indebitamento

Prosegue il periodo aureo di Sirolo: oltre 1 milione e 800mila euro di attivo senza indebitamento. Il sindaco Misiti: «Sono orgoglioso di questo risultato che è la dimostrazione di una gestione sana, oculata e competente»

Piazza di Sirolo

SIROLO – Il Sindaco Moreno Misiti comunica che il rendiconto dell’esercizio finanziario 2016, licenziato dal consiglio comunale, si è chiuso per Sirolo con un avanzo di amministrazione di ben 1.828.779,90 euro, malgrado i pesanti tagli di spesa imposti dalle manovre governative e dalla legislazione d’emergenza a seguito della crisi economica. Oltre ai tagli di spesa, il Comune ha subìto l’azzeramento dei trasferimenti erariali statali e ha «dovuto addirittura finanziare il Bilancio dello Stato per 101.181,63 euro». Nonostante le difficoltà, il Comune senza aver diminuito lo standard dei servizi erogati e senza aumentare la tassazione a carico dei cittadini (tra le più basse della Regione) e senza applicare l’imposta di soggiorno a carico dei turisti, è riuscito a realizzare i programmi del bilancio 2016 e a confermare il successo delle presenze turistiche degli anni precedenti, cha ha raggiunto dal 2010 in poi numeri da record ogni anno.

Tra gli interventi realizzanti nel 2016: il rifacimento della pavimentazione di piazza Vittorio Veneto; il completamento della palestra della scuola media consortile inaugurata il 4 giugno; la realizzazione di un campo di calcio a cinque a servizio della palestra; la riqualificazione del verde pubblico e dell’impianto di pubblica illuminazione. E ancora la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e i lavori per la realizzazione di un secondo edificio residenziale in piazza Vaselli destinato a famiglie di anziani e indigenti.

Moreno Misiti, sindaco di Sirolo

«I risultati conseguiti nell’esercizio finanziario 2016  – dichiara il sindaco Misiti – sono il frutto di una seria e responsabile gestione delle risorse pubbliche, atta ad assicurare il conseguimento degli obiettivi programmati nel bilancio di previsione, la crescita turistica della cittadina nonché l’arricchimento e la valorizzazione del suo territorio grazie ai numerosi investimenti realizzati. Le scelte condotte in termini di interventi sul territorio sono state tutte finalizzate in modo da garantire l’equilibrio di bilancio e nel contempo per stanziare risorse da investire con un’oculata programmazione. Le risorse, oggi accantonate in avanzo, potranno essere impiegate per il finanziamento di importanti interventi da realizzare, soprattutto nel campo della pubblica istruzione e dei servizi sociali, nel corrente anno compatibilmente con i limiti consentiti dal pareggio di bilancio quale principale vincolo di finanza pubblica».

«Sono orgoglioso di questo risultato – continua Misiti – che è l’ennesima dimostrazione di una gestione sana, oculata, competente e quindi è esempio di  “buon governo”, in un periodo così difficile che non ha uguali dal dopoguerra. Con piacere osservo che la minoranza consiliare si è astenuta dal voto sull’approvazione del rendiconto, non formulando alcuna critica. Segno che la buona Amministrazione che, unitamente alla Giunta, ho assicurato a Sirolo è immune da contestazioni. Con uguale soddisfazione rilevo che, con onestà intellettuale, il consigliere di minoranza Luca Osimani si è dissociato, ha preso le distanze e ha addirittura votato contro le mozioni e interrogazioni consiliari della minoranza, concernenti il turismo e gli interventi di ripristino nella spiaggia San Michele, ritenendo che le critiche all’Amministrazione fossero infondate. È un primo segnale positivo di un’opposizione (finalmente) costruttiva, che sa riconoscere gli innegabili meriti e i successi dell’Amministrazione di Sirolo e non muove critiche ottuse e strumentali. Anche con questa consapevolezza Sirolo può crescere ulteriormente».