Castelferretti, da martedì arriva il presidio fisso della Polizia locale

Dalla prossima settimana sarà intensificata la vigilanza grazie alla presenza di due agenti del Comando falconarese che stazioneranno nei punti chiave della frazione

Da martedì sarà intensificata la vigilanza a Castelferretti

FALCONARA – A Castelferretti arriva il presidio fisso della polizia locale. Da martedì 29 gennaio sarà intensificata la vigilanza, grazie alla presenza di due agenti del Comando falconarese che stazioneranno nei punti chiave della popolosa frazione per il controllo del territorio e per offrire ai cittadini la possibilità di segnalare disagi, situazioni sospette, irregolarità. Successivamente sarà allestita anche una postazione nel distaccamento dell’Anagrafe di piazza della Libertà, dove all’occorrenza sarà possibile ricevere denunce e rilasciare permessi.

La decisione è stata presa oggi, sulla scorta di una mozione presentata nel consiglio di ieri, giovedì 24 gennaio, dai gruppi consiliari di maggioranza Falconara in Movimento, Uniti per Falconara e Direzione Domani. «Per la maggioranza il concetto di sicurezza non coincide con la figura del “vigile di quartiere” – spiega il sindaco Stefania Signorini – perché oggi deve essere un sistema integrato di più azioni. Questa amministrazione ha subito posto tra le sue priorità il rafforzamento del presidio del territorio e la mozione di ieri, giovedì 24, ha impegnato sindaco e giunta ad attuare politiche integrate che vadano oltre la limitata figura del vigile di quartiere».

Oltre al presidio fisso di polizia locale a Castelferretti è previsto il potenziamento delle pattuglie su tutto il territorio, la cui presenza era già stata intensificata negli ultimi mesi, con una particolare attenzione per i quartieri di Villanova e Palombina Vecchia. Altre iniziative sulla sicurezza in fase di definizione sono la predisposizione del Daspo urbano, l’aumento delle ore degli agenti in regime di part time e investimenti per l’installazione di nuove telecamere. «Nei primi mesi del 2018 sono stati assunti quattro agenti con contratto part-time verticale, in servizio sei mesi su 12 – aggiunge il primo cittadino – ma l’orario sarà incrementato per garantire la presenza di un maggior numero di agenti sul territorio, durante tutto il corso dell’anno».

La mozione della maggioranza presentata giovedì sera è stata approvata in alternativa alla quella dell’opposizione che chiedeva l’istituzione del vigile di quartiere. «Alla maggioranza è dispiaciuto che l’opposizione abbia assunto una posizione di contrapposizione – conclude il sindaco – dato che non ha accolto la proposta di approfondire le tematiche sulla sicurezza in una prossima seduta della commissione per arrivare a una mozione congiunta».