Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara piange la scomparsa di Riccardo Borini

Dopo una vita a servizio degli altri, se ne è andato questa mattina all'età di 59 anni al termine di una lunga malattia. Il funerale sarà celebrato domani (4 dicembre), alle ore 15 nella chiesa del SS. Rosario

Riccardo Borini

FALCONARA MARITTIMA – Città in lutto per la scomparsa di Riccardo Borini, morto questa mattina all’età di 59 anni al termine di una lunga malattia. Sacerdote in passato, professore di religione e direttore della Caritas diocesana di Ancona-Osimo, dopo una vita a servizio degli altri si era candidato sindaco alle elezioni amministrative del 2013 con le liste civiche Cittadini in Comune e Falconara Bene Comune. Esponenti del mondo politico e sociale si stringono al dolore della famiglia. «Abbiamo appreso con profondo dolore la notizia della scomparsa del grande amico Riccardo Borinidichiara il consigliere comunale Loris Calcina, a nome delle liste civiche CiC/FBC/SAF – con la sua grande umanità ci ha incoraggiato e non si è mai risparmiato a lavorare per un mondo migliore di quello in cui ci siamo ritrovati a vivere, insieme. Ci stringiamo con tutto l’affetto possibile ai suoi familiari. Ciao Riccardo, è stato un privilegio aver camminato insieme a te».

Nel 1983 Borini conseguì il diploma universitario in teologia e fino al 2000 fu prete. Per molti anni fu nella chiesa di san Giuseppe a Palombina Vecchia, al fianco di don Leonida Fabietti, sacerdote morto circa un anno fa. Dal 1986 al 1992 insegnò religione cattolica nella scuola media Ferraris di Falconara e nel 1990 fu socio fondatore dell’associazione della Tenda di Abramo di Falconara che da oltre 20 anni accoglie i senza dimora. Dal 1992 al 1999 fu anche direttore della Caritas diocesana di Ancona-Osimo e lavorò soprattutto nella promozione, formazione e organizzazione del volontariato delle Caritas parrocchiali dell’arcidiocesi e promosswe progetti di cooperazione internazionale nei paesi in via di sviluppo o toccati dalla guerra (Croazia, Serbia, Kossovo, Albania, Etiopia, Ruanda). Intorno al 2000 decise di lasciare il sacerdozio e fu uno dei soci fondatori dell’associazione Free Woman di Ancona che realizza progetti a sostegno delle le persone introdotte in Italia a scopo di sfruttamento sessuale e lavorativo. Tra gli incarichi, è stato anche responsabile dell’Osservatorio Politiche Sociali del Comune di Ancona, coordinatore di Ambito Territoriale Sociale 9 – Jesi; responsabile dell’Unità Operativa Minori e famiglia e Responsabile Unità Operativa Servizio Sociale Professionale (13 assistenti sociali) presso l’Azienda ASP Ambito 9, coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale n. 6 di Fano.

Tantissimi i messaggi di cordoglio anche sui social da parte di esponenti politici e di associazioni. «Oggi – ha scritto ASP Ambito 9 – ci ha lasciato Riccardo Borini, nostro caro amico e collega, che è stato coordinatore di Ambito di Jesi, vice direttore dell’ASP e responsabile dell’area minori e, dal 2016, coordinatore di Ambito di Fano. È stato uno straordinario costruttore del welfare locale mettendo sempre al centro la persona e i suoi bisogni, coniugando professionalità e umanità». Tutti i volontari dell’associazione Aloe Onlus di Fermo, lo ricordano «preparato, professionale, coinvolto ma soprattutto passionale e davvero combattivo nel portare avanti i suoi ideali di solidarietà, cittadinanza attiva, collaborazione, servizio al prossimo in difficoltà. Più volte presente ai nostri incontri di formazione, Riccardo era una persona di cuore, impegnata nel sociale, nella politica, sempre al servizio degli altri e spesso degli ultimi. Ciao Riccardo e grazie per la tua presenza e le tue parole». «Senza di lui Free Woman probabilmente non sarebbe mai nata», hanno detto i volontari dell’associazione.

«Per diversi anni Riccardo è stato un punto di riferimento importante nella formazione dei nostri volontari – lo ricorda l’associazione La Carovana – la sua passione, la sua competenza, la sua magnifica disponibilità, ma soprattutto il suo esempio di vita accanto agli ultimi sono stati per noi un grande stimolo e uno spunto di riflessione per approfondire il significato vero del servizio. Grazie Riccardo». Mai iscritto a nessun partito, nel 2013 accettò di impegnarsi in politica come candidato sindaco delle liste civiche CiC/FBC. «Questa notte tutta la nostra comunità ha subìto una profonda ferita – ha scritto sui social il segretario del Pd falconarese, Egidio Borsini – voglio esprimere vicinanza alla famiglia per questa anticipata dipartita di un “uomo a tutto tondo” che ha fatto del servizio agli altri la propria missione. Alleato, rare volte “leale avversario” di tante battaglie di civiltà, sociali e ambientaliste. Ci mancherai molto Riccardo. Da lassù mentre veglierai sulla tua famiglia, dai uno sguardo anche a noi tutti». «Grazie Riccardo Borini per l’immensa generosità con cui hai sempre affrontato la vita – ha scritto il consigliere comunale di Ancona (AIC) Francesco Rubini – grazie per il tuo impegno sociale, la tua dignità, la tua forza. Ancona e Falconara perdono un uomo fantastico. Riposa in pace».

La camera ardente sarà aperta da oggi pomeriggio alle 16 alla Sala del Commiato di via Marconi. Il funerale sarà celebrato domani (4 dicembre), alle ore 15 nella chiesa del SS. Rosario.