Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Concorsi caposala Area Vasta 2 e 3, il Nursind protesta: «Nessuna selezione per chi è già di ruolo»

Elsa Frogioni, segretaria del sindacato Area Vasta due: «Se le aziende ospedaliere procederanno su questa linea, prevedo che la protesta salirà di livello e fioccheranno ricorsi»

ANCONA – Concorsi per la selezione dei caposala nel mirino del Nursind. Il sindacato delle professioni infermieristiche protesta contro i criteri di selezione adottati dall’Area Vasta 2 e 3 nell’ambito delle selezioni interne per le funzioni di coordinamento, ovvero del ruolo di caposala.

Una questione, quella dei concorsi, che Nursind ha posto sul tavolo già da tempo, avanzando più volte la richiesta di eliminare la selezione e la prova del colloquio per chi già svolge la funzione di caposala, avendo ottenuto l’assegnazione o l’incarico da coordinatore infermieristico in seguito a concorso o selezione pubblica.

Di fatto chi già sta svolgendo la funzione di caposala, in questo modo si ritroverebbe a dover fare una nuova procedura di selezione alla stessa stregua dei neoassunti che non hanno dunque esperienza. Un punto che proprio non va giù al Nursind, perché non va a riconoscere l’esperienza e le competenze maturate dagli infermieri nell’ambito del coordinamento.

Duplice l’obiettivo della richiesta, come sottolinea Donato Mansueto, segretario regionale Nursind, che ha inviato una missiva al presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, e all’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini, per segnalare la questione. Da un lato «valorizzare le competenze acquisite negli anni a chi ricopre funzioni trasversali, strategiche e organizzative in ambito sanitario» e dall’altro quello di «dare un assetto organizzativo aziendale stabile, andando ad eliminare cosi gli svariati posti vacanti ricoperti dai CPS Infermieri Facenti Funzioni , in modo da poter assegnare nuovi Coordinatori e sanare il gap creatosi in questi anni».

«È vero che la normativa contrattuale è molto penalizzante e svilente proprio per il ruolo di coordinamento infermieristico – fa notare Elsa Frogioni, segretaria Area Vasta due -. Infatti l’attuale normativa prevede addirittura l’abolizione della fascia superiore Ds, ma chiaramente lascia inalterati i diritti acquisiti dei colleghi professionisti che avevano vinto regolari concorsi per il coordinamento. Questi colleghi che sono già in ruolo non devono essere sottoposti a nessuna selezione. Se le aziende Area Vasta 3 e Area Vasta 2 procederanno su questa linea, prevedo che la protesta salirà di livello e fioccheranno ricorsi presso il tribunale del lavoro».

Il sindacato chiede che l’Area Vasta 3, dove il 30 novembre è prevista la prova selettiva, si allinei a quanto fatto dalla Azienda Ospedali Riuniti Ancona che ha riconosciuto idonei i titolari di incarico che già svolgono la funzione di caposala. In ballo c’è anche il rinnovo contrattuale che potrebbe cambiare le disposizioni previste nel CCNL 2016/2018 che regolano gli incarichi di funzione e coordinamenti, «e se così fosse, Area Vasta 3 penalizzerebbe esclusivamente chi ha effettuato la selezione con questi criteri» conclude Mansueto.