Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Seicento firme per illustrare al Prefetto la situazione sanitaria di Falconara

La petizione popolare è stata promossa da Ondaverde Onlus e dal Comitato Mal’Aria Falconara/Castelferretti. I comitati cittadini chiedono al Prefetto D'Acunto un incontro

Cittadini firmano la petizione (Foto: Comitato Mal'Aria)

FALCONARA- La petizione popolare promossa da Ondaverde Onlus e dal Comitato Mal’Aria Falconara/Castelferretti ha raggiunto in meno di due mesi quota 600 firme. L’obiettivo è illustrare e consegnare al Prefetto di Ancona la documentazione probante riguardo la situazione sanitaria della popolazione di Falconara. I comitati cittadini hanno quindi inviato la petizione al Prefetto Antonio D’Acunto e chiedono al più presto un incontro. 

«Negli ultimi anni, oramai, la situazione sanitaria presente nel Comune di Falconara Marittima è stata fotografata più volte da numerose indagini epidemiologiche, svolte da istituti di ricerca pubblici quali: l’Istituto Superiore di Sanità/Ministero Salute, l’Istituto Nazionale Tumori di Milano e l’Arpa Marche. I risultati di tali indagini sono sempre più tristemente definiti, coerenti e sconfortanti in quanto hanno rivelato una situazione a dir poco allarmante- scrivono i comitati nella lettera-. Ultima, in ordine cronologico, è l’indagine epidemiologica redatta dall’ARPAM e resa pubblica nel mese di Maggio 2017.

Questa dimostra come i cittadini di Falconara Marittima sono mediamente più a rischio, se confrontati con qualsiasi altro cittadino marchigiano, di contrarre non solo le patologie neoplastiche (e di varie forme che vanno dall’apparato gastroenterico al quadro polmonare/pleurico, dal melanoma (cute) al sistema linfo/emopoietico), condizione già purtroppo sospettata; ma anche le patologie a carico del sistema nervoso, quelle neurodegenerative e il diabete. Come se non bastasse, in questa ultima indagine dell’ARPAM si sono aggiunti elevati rischi di malformazioni congenite e aborti spontanei. Nel contempo i cittadini falconaresi continuano a percepire un peggioramento delle condizioni ambientali».

L’Ondaverde Onlus e il Comitato Mal’Aria Falconara/Castelferretti si rivolgono al Prefetto anche per rimarcare ancora una volta la scarsa attenzione delle istituzioni rispetto alle questioni segnalate.