Scuola Mercantini, avviati i lavori per la demolizione del vecchio edificio

I lavori preparatori da parte della ditta incaricata per la demolizione sono già stati avviati e termineranno entro marzo. Uscirà invece all'inizio di gennaio il bando di gara per la costruzione della nuova scuola

Bambini entrano a scuola

ANCONA – La scuola Mercantini sarà ricostruita, ma prima sarà demolito il vecchio edificio. I lavori preparatori da parte della ditta incaricata per la demolizione sono già stati avviati e complessivamente l’intervento durerà circa tre mesi. Salvo imprevisti, quindi, sarà completato entro marzo. «Stiamo rispettando i tempi previsti, come avevamo promesso alle famiglie e all’istituto comprensivo», afferma l’assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini.

Tiziana Borini, assessore alle Politiche Educative

Uscirà all’inizio di gennaio il bando di gara per la costruzione della nuova scuola primaria Mercantini e d’infanzia Sirenetta, con l’espletamento della gara presumibilmente entro aprile 2018. La costruzione della nuova scuola verrà realizzata con parametri sismici come prevede l’attuale normativa e la struttura sarà in legno, con piattaforme e telaio come le nuove Socciarelli. La nuova struttura sarà grande 1334 metri quadrati, di cui 671 mq al piano terra saranno destinati alla scuola dell’infanzia Sirenetta, al refettorio e a spazi comuni. Al primo piano verrà sistemata invece la primaria Mercantini con spazi comuni di collegamento, per un totale di 663mq.

Per il risparmio energetico verranno realizzati impianti con pompa di calore, di tipo elettrico (per climatizzazione estiva e invernale), che sarà alimentata da pannelli fotovoltaici installati sul tetto con una potenza massima di 15 kw. Il risparmio energetico verrà completato con idoneo sistema di impianto di illuminazione a led. Il costo dell’intervento è pari a 1 milione e 721 mila euro.