Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Scuola-lavoro, la Camera di Commercio assegna i premi del progetto «Storie di Alternanza»

Consegnati gli attestati agli studenti marchigiani vincitori, provenienti da nove Istituti del territorio, che si sono distinti per le migliori idee del «fare impresa in classe». Presentato il bando 2021

La conferenza odierna della Camera di Commercio delle Marche

ANCONA – La Camera di Commercio delle Marche ha celebrato in mattinata, seppure a distanza, gli studenti marchigiani vincitori del progetto ‘Storie di Alternanza’ relativi all’anno passato. Progetto che ha consentito ai giovani di mettere in mostra le loro competenze e conoscenze scolastiche a servizio del mondo lavorativo e dell’impresa. Nove gli Istituti premiati, che hanno ricevuto i complimenti e il ringraziamento delle istituzioni ed hanno anche illustrato, tramite alunni e insegnanti collegati da remoto, le valide idee concretizzate nel corso dei mesi. Alcune delle quali, oltreché vincenti per l’organo camerale, che hanno già tratto benefici da subito, trovando interlocutori al di fuori del progetto per poterlo sviluppare e spendere in ottica lavorativa. Altre che, invece, hanno tracciato una strada importante da percorrere in futuro.

Il saluto iniziale è stato affidato al presidente della Camera di Commercio Gino Sabatini: «Come ogni anno sosteniamo fortemente il progetto di alternanza – ha detto –, perché riteniamo che la crescita delle nuove generazioni passi da una scuola di qualità, in grado di trasmettere competenze e conoscenze da canalizzare nelle aziende e nelle imprese. Dunque, il rapporto che si instaura tra gli studenti e gli imprenditori, dovrà essere un modello di sviluppo delle Marche, una volta finita l’emergenza, e che non potrà prescindere dal tenere in considerazione la sostenibilità ambientale, sociale ed economica. La pandemia ha bloccato l’utile rapporto diretto tra scuole e aziende, che non è naturalmente agevolato dalla Dad. Auspico che possiate tornare quanto prima in presenza, già dopo Pasqua, e riallacciare quei rapporti determinanti per la vostra crescita. Non mollate». E ancora sull’alternanza: «È un aspetto cardine per formare nuovi talenti in casa nostra, nelle Marche – ha aggiunto -. Siamo un territorio straordinario. Ho fiducia in voi giovani e nella vostra formazione garantita dai professori, certo che tutti porterete un grande contributo di sviluppo. Come Camera di Commercio siamo al vostro fianco perché vogliamo contribuire al preparare i giovani al futuro e ad avere un lavoro. Camminando insieme, saremo protagonisti di una Regione che abbraccerà un sistema di imprese, scuola, università, politica e istituzioni».

Presente anche la referente ‘Alternanza Scuola Lavoro’ (oggi noto come Pcto ‘Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento, ndr), Carmina Pinto, che ha portato i saluti del direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Marco Ugo Filisetti, e ha ripreso il concetto della necessità di far tornare gli alunni tra i banchi: «È un passaggio fondamentale – ha spiegato – anche per consentire l’aggancio tra scuola e mondo del lavoro: è un’opportunità che, a distanza, gli studenti rischiano di perdere, quando invece è decisiva per il resto della loro vita. Siamo sempre attenti nel dare voce alla progettualità dei giovani marchigiani, interconnettendola col mondo del lavoro». A esprimere il proprio saluto anche altri referenti della commissione esaminatrice che ha valutato le proposte, oltre al delegato camerale alla Formazione Andrea Santori, e la direttrice Garbage Ancona, Arianna Molinelli, che ha annunciato di voler realizzare altre iniziative per coinvolgere il mondo della scuola a conoscere il raggio d’azione dell’azienda, che ha come mission la salvaguardia dell’ambiente marino (e anche terrestre).

Quindi parola agli studenti vincitori. In tutto nove, dei quali è stato mostrato un breve video riassuntivo del loro lavoro. In provincia di Ancona, il primo premio è andato al Liceo Medi di Senigallia, classe 5°C, che ha realizzato un libro di fotografie e poesie (edito da Gemma Edizioni), dal titolo ‘Tetra Natura’, in cui i giovani hanno compiuto un viaggio tra i sentimenti dell’uomo e la natura. Al secondo e terzo posto il Liceo Mannucci di Jesi, con le classi 5°A/B/C, che hanno presentato due progetti differenti: nel primo si sono occupati di dare vita al ‘Conservatorio delle Fanciulle’ di Jesi, guidando, nelle giornate del Fai, le persone alla scoperta di un luogo dove le donne erano protagoniste; il secondo incentrato sul Femminismo, dal 1968 ai giorni moderni, realizzando una mostra nel Palazzo dei Convegni a Jesi.

In provincia di Ascoli Piceno, premio all’Istituto Sacconi Ceci, 4°A, per aver costruito in 3D dei polimeri alla base della ricerca molecolare. A Macerata menzione per il Liceo Artistico Cantalamessa, classe 5°A, che ha ricreato una ‘bottega creativa’, sull’esperienza del Rinascimento dove i saperi venivano condivisi, grazie al supporto di uno studio di progettazione. In provincia di Pesaro-Urbino, invece, premio per il Liceo Baldi (3°D e E) di Urbino, per un progetto di cittadinanza attiva in favore degli anziani, e per il Liceo Marconi (4°N) di Pesaro, per la costruzione di un box che sanifica e disinfetta gli indumenti: SanAirtizier, nato in quarantena dall’idea di due giovani. Negli Istituti Tecnici, invece, alla 3°A del Genga di Pesaro, il premio per la realizzazione del ‘Wally security’, il portafoglio con lucchetto per proteggere da eventuali furti e venduto grazie ad una televendita interna a scuola; alla 4°C del Polo Tecnico Professionale 3 di Fano il premio per aver realizzato un prototipo fatto e finito di un porta auricolari soltanto da destinare al mondo del commercio. Per queste ultime due idee, la Camera marchigiana si è impegnata per cercare di individuare un modo per brevettarle.

L’intero progetto è stato confermato anche per il 2021: termine ultimo per presentare le domande il 20 ottobre. Con premi per ciascuna provincia e per le quattro le categorie in gara: Ptco di Itp e Licei, Alternanza e tirocinio per gli Its, Alternanza e apprendistato per i professionali, e Alternanza e apprendistato di primo livello per i Centri professionali. Complessivamente saranno messe a disposizione risorse per 30mila euro.