Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Screening studenti superiori: il programma e i luoghi nelle 5 Aree Vaste

Soddisfazione espressa sia dalla Regione Marche che dal presidente della Consulta degli studenti della Provincia di Ancona, Leonardo Ploschberger

Protected health professional Testing for Coronavirus a patient. Foto di Adobe Stock

ANCONA – Definito il programma per lo screening gratuito, su base volontaria, deciso dalla Regione Marche, su sollecitazione di Leonardo Ploschberger, Presidente della consulta provinciale di Ancona, dedicato agli studenti degli Istituti superiori delle Marche. «Un grande sforzo organizzativo da parte di Regione e Asur. Lo screening ha l’obiettivo di proseguire l’anno scolastico appena ripartito in sicurezza», fanno sapere dalla Regione.

Per l’Area Vasta 1: sabato 15 in via Lombardia, 7 a Pesaro dalle 14:30 alle 19:30; domenica 16 a Fano (ex CODMA Via Tommaso Campanella, 1) dalle 8 alle 13, e a Urbino (Medicina Legale e del Lavoro in via Sasso 70) sempre dalle 8 alle 13. Area Vasta 2, domenica 16 gennaio: Ancona (Palarossini in via Cameranense) dalle 8 alle 20; Fabriano (Protezione Civile di via Fornaci 108) dalle 9 alle 14; Falconara (Pinacoteca Francescana in Piazza S. Antonio) dalle 14 alle 18; Jesi (Zona Zipa in via Dell’Industria) dalle 8:30 alle 16:30; Osimo (Pala Baldinelli in via Striscioni 82) dalle 9 alle 15; Senigallia (Stadio Bianchelli in via Montenegro 21) dalle 8 alle 13. Area Vasta 3: sabato 15, Matelica (Protezione Civile presso Località Cavalieri) dalle 10 alle 12:30 e domenica 16 gennaio a Civitanova Marche (Piazzale antistante Covid Hospital in via San Costantino) dalle 8:30 alle 12:30, Macerata Piediripa (Via Teresa Noce 22) dalle 8 alle 14. Area Vasta 4 domenica 16 gennaio a Fermo (Fermo Forum in via Giovanni Agnelli) dalle 8 alle 14. Area Vasta 5, domenica 16 gennaio: Ascoli Piceno (Ospedale in via degli Iris) dalle 8 alle 14 e San Benedetto (vicino al Palazzetto in Viale dello Sport) sempre dalle 8 alle 14. «La Regione Marche ha accolto la richiesta per la nostra sicurezza e per scongiurare il ritorno alla Didattica a distanza, mi auguro che tutta la popolazione studentesca degli Istituti superiori possa cogliere questa opportunità e partecipare in modo compatto allo screening» , l’appello lanciato da Leonardo Ploschberger, Presidente della consulta provinciale di Ancona.

In merito poi alla giornata di sciopero del 10 gennaio scorso, «c’è da stigmatizzare la comunicazione che molti dirigenti scolastici hanno inviato alle famiglie secondo la quale l’istituto dello “sciopero degli studenti” non è previsto nella normativa scolastica e in aggiunta è espressamente vietato dall’art. 31 lettera i) del Regolamento di Istituto di questa scuola. Pertanto gli studenti e le studentesse assenti il 10 gennaio dovranno giustificare (se maggiorenni, altrimenti i loro genitori/tutori) l’assenza con motivazioni diverse dallo sciopero studenti. In difetto l’assenza sarà considerata “assenza ingiustificata” e come tale valutata in sede di scrutinio. Porterà all’attenzione della Consulta della Provincia di Ancona questa situazione che non fatico a definire grave e che merita una risposta comune e ferma», conclude il Presidente della consulta provinciale di Ancona.