Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Rugby, le parole del sindaco Mancinelli per la scomparsa di Stefano Lucarini

Il primo cittadino anconetano con una nota ufficiale ha espresso la propria vicinanza per la scomparsa del presidente dell'Unione Rugbistica Anconitana Lucarini. Hanno voluto ricordarlo anche capitan Ricci e il tecnico Cimino

ANCONA- Con una nota stampa il primo cittadino anconetano Valeria Mancinelli e l’Amministrazione comunale hanno voluto esprimere il proprio cordoglio per la scomparsa del presidente dell’Unione Rugbistica Anconitana Stefano Lucarini. Questa la nota integrale:

«Il sindaco Valeria Mancinelli e l’Amministrazione comunale esprimono profondo cordoglio per la scomparsa del professor Stefano Lucarini, impegnato nel mondo dello sport, della scuola ed ex consigliere di circoscrizione, insignito della civica benemerenza nel maggio scorso.

Professore di Scienze Motorie, aveva rifondato nel 2006 la sezione Rugby all’interno della Società Sportiva Stamura di Ancona dopo molti decenni di abbandono. Ha rilanciato con passione il gioco del rugby fino ad arrivare ai 120 atleti di oggi di varie fasce di età, che si allenano nell’impianto Nelson Mandela completato con il suo determinante contributo. La sezione Rugby è oggi passata all’Unione Rugbistica Anconitana, di cui era presidente, impegnata in un campionato prestigioso in Serie C1».

Sgomento. Non ci sono parole per descrivere l’effettivo stato d’animo dei “suoi” ragazzi, quelli dell’URA società di cui era il presidente. La morte di Stefano Lucarini, professore di 62 anni e grande volto del rugby cittadino, è destinata a lasciare un segno indelebile nella società biancoverde come emerge dalle testimonianze del capitano della formazione Seniores Luigi Ricci e del tecnico delle giovanili Franco Cimino:

«L’ultima chiacchierata che ho fatto con il presidente è stata circa un mese fa, in ospedale – racconta il capitano – Abbiamo riso, scherzato e ovviamente abbiamo parlato di rugby e del finale di campionato. Prima di andarmene mi chiede di mettere lo stesso impegno anche nella prossima stagione, io gli garantisco invece un impegno maggiore. Lui, tranquillamente, mi guarda e dice “sì, perchè un altro finale così non si regge”. Siamo scoppiati a ridere, è l’ultimo ricordo che ho di lui».

Sulla stessa linea d’onda Franco Cimino, allenatore delle giovanili e figlio del vicepresidente dell’URA Ernesto: «Ne avrei tanti di ricordi e aneddoti ma uno li batte tutti. Ci fu una riunione e al termine lui mi si avvicinò e mi disse “sei una grandissima testa di c…. ma ne capisci troppo di rugby e ti voglio bene”. Ecco questo era Stefano Lucarini».

Il rito civile si celebrerà martedì alle 18 ad Ancona presso il Campo della Palla Ovale “Nelson Mandela” di Via della Montagnola.