Ripristino fondi Bando Periferie: l’Anci lavora ad un testo da presentare nel prossimo decreto utile

Nel pomeriggio è previsto un incontro tra i De Caro e il sottosegretario al MEF Garavaglia. Inoltre, nei prossimi giorni è convocata la Conferenza Stato - Regioni per sanare il vizio di presunta incostituzionalità che era stato votato con l'emendamento al decreto Milleproroghe

Ex Verrocchio

ANCONA- Dopo l’impegno del premier Giuseppe Conte  a predisporre un nuovo provvedimento che destina le risorse necessarie a far proseguire i progetti già avviati del bando periferie, l’Anci è al lavoro per elaborare il testo da presentare nel prossimo decreto utile per il ripristino dei fondi. Proprio per questo il presidente Angelo Decaro nel pomeriggio ha incontrato Massimo Garavaglia, sottosegretario al MEF (Ministero di Economia e Finanza).

Questa mattina (19 settembre), i sindaci hanno discusso nuovamente della questione “periferie” in occasione del direttivo Anci a Roma, al quale era presente anche il sindaco Valeria Mancinelli.

«Ho registrato uni cauto ottimismo. È chiaro che tutto questo non sarebbe successo senza una mobilitazione forte di tutti, cittadini, sindaci, parti sociali e associazioni di categoria- afferma il primo cittadino-. Non bisogna abbassare il livello di attenzione minimamente, anzi occorre presidiare tutti i passaggi. Mi conforta la compattezza dell’ANCI tutta, dove siedono sindaci appartenenti a tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione. Tutti sono uniti e decisi a riportare quelle risorse economiche a casa, ad ogni costo, per rispondere ai bisogni delle loro comunità».

Nei prossimi giorni è convocata la Conferenza Stato – Regioni per sanare il vizio di presunta incostituzionalità che era stato votato con l’emendamento al decreto Milleproroghe.