Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Rifiuti da olio, gomme e batterie gestiti non correttamente: sanzionata autofficina ad Ancona

Nell'ambito dei controlli della Polizia Stradale sulle attività di riparazione, vendita e gestione dei veicoli. Riscontrata anche la violazione della normativa antincendio

ANCONA – Nell’ambito delle proprie competenze la Polizia Stradale di Ancona e reparti dipendenti sono quotidianamente impegnati nei controlli alle attività di riparazione, vendita e gestione amministrativa dei veicoli circolanti in ambito provinciale nonché alle autoscuole.

In tale contesto il personale è intervenuto presso una autofficina avente sede in Ancona, dove ha riscontrato il mancato rispetto della normativa sulla corretta gestione dei rifiuti liquidi e solidi derivanti dall’attività d’impresa, nella fattispecie olio esausto, filtri olio, batterie esauste, pneumatici fuori e metalli ferrosi; inoltre è stata riscontrata la violazione della normativa antincendio, con la comminazione di varie sanzioni amministrative ed una comunicazione di reato ai sensi del T. U. ambientale.

Nel corso del 2019 il personale in servizio presso il Distaccamento di Fabriano, incaricato dei controlli amministrativi di competenza sul territorio provinciale, ha controllato 62 attività commerciali, producendo 11 comunicazioni di reato in merito alla gestione rifiuti (Dlgs 152/06) a carico di autodemolitori, gommisti e officine meccatroniche; due comunicazioni di reato ai sensi del Codice della Strada (officine meccatroniche); 16 contesti amministrativi relativi alla gestione rifiuti (Dlgs 152/06) a carico di autodemolitori, gommisti e officine meccatroniche; 5 contesti relativi al Codice della Strada a carico di autonoleggi; 4 contesti relativi al TULPS a carico di commercianti di autoveicoli; ben 27 segnalazioni a ARPAM, Enti locali, CCIAA, ASUR, INAIL e Vigili del fuoco. per mancanza di certificazione prevenzione incendi e violazione delle misure di sicurezza agli enti preposti a carico di autodemolitori, gommisti e officine meccatroniche, autonoleggio e commercianti di autoveicoli. Sono stati 473 i controlli di persone fisiche effettuati anche in relazione alla verifica delle posizioni lavorative, 223 quelli di persone giuridiche e ditte e infine 518 gli accertamenti SDI effettuati su veicoli.