Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

«Riaprite il sentiero Nord per Mezzavalle», Aps Portonovo per Tutti si schiera in prima linea

Con il presidente Andrea Fantini abbiamo approfondito la tematica dell'importanza della riapertura del percorso 310, oggi chiuso, del Conero

Mezzavalle
La spiaggia di Mezzavalle

ANCONA- Riaprire il sentiero nord, tecnicamente il 310 del Parco del Conero, che conduce a Mezzavalle. E’ questo il grido di alcune organizzazioni, tra cui l’APS Portonovo per Tutti (Associazione Promozione Sociale) a seguito della delibera comunale che – da come si legge – chiuderà il secondo passaggio più popolare per accedere ad una delle più belle spiagge dell’intera Riviera. Con Andrea Fantini, presidente di Aps Portonovo per Tutti, abbiamo provato a fare il punto della situazione.

«Quello stradello è stato tecnicamente chiuso dal Comune perchè si ritiene non sicuro utilizzarlo com’è attualmente. Dalle nostre analisi riteniamo che il sentiero, oltre ad essere uno dei più belli e panoramici in circolazione, eviterebbe l’ammassamento delle persone nello stradello principale quello che, per intenderci, sfocia nel bar di Mezzavalle. Quali sono le criticità? L’inizio del sentiero passa accanto al principio di una frana, basterebbe inserire una staccionata in modo da mettere in sicurezza quel singolo tratto».

Svolta la premessa, Fantini entra più nello specifico: «Questo tipo di problemi potrebbero facilmente essere risolti dal Comune con dieci, quindicimila euro, sempre secondo una nostra stima. Il sentiero è del Parco, noi come volontari da anni abbiamo effettuato lo sfalcio di tutti i rovi e abbiamo pulito l’erba che impediva una facile percorribilità. Siamo anche disponibili a proseguire ma chiediamo che non venga chiuso uno stradello strategicamente importante per delle criticità minime. Togliersi le responsabilità in questo modo è del tutto inutile».

E ancora: «Tutto questo va portato all’attenzione dell’opinione pubblica, la speranza è che sia stata una svista all’interno della delibera. Speriamo che il Comune si ravveda e provveda a svolgere tutti i lavori necessari a rendere lo stradello pienamente percorribile. Abbiamo monitorato spesso l’uso dello stradello nord di Mezzavalle, che risulta essere il secondo modo più utilizzato per raggiungere la spiaggia dopo il sentiero principale. Ecco, basterebbe questo dato per rendersi conto dell’importanza. Lo stradello va riaperto».