Riapre l’Ascensore al Passetto di Ancona. La gestione è della famiglia Catalano

I titolari del ristorante Il Palombaro al Mandracchio sono stati gli unici a presentare l'offerta. A novembre, nei locali di proprietà comunale, apriranno delle attività di ristorazione

Il nuovo ascensore del Passetto

ANCONA – Dopo l’asta andata deserta a marzo, è stato assegnato in locazione a mezzo trattativa privata, l’Ascensore del Passetto, inutilizzato da anni. Il locale, di proprietà comunale, sarà gestito dalla famiglia Catalano, titolare del ristorante Il Palombaro nella zona del Mandracchio.

Ieri, giovedì 6, c’è stata l’apertura delle buste contenenti le manifestazioni di interesse e, rispetto al canone annuo a base d’asta (25.500 euro + IVA ordinaria), il proponente – unico a presentarsi – ha offerto 34mila euro. La famiglia Catalano è intenzionata ad aprire tra qualche mese, probabilmente a novembre, un ristorante che sarà aperto a pranzo e a cena, ma anche per gli aperitivi. Nel dettaglio sono stati assegnati il locale commerciale e il magazzino, affidati in locazione per attività di somministrazione di alimenti e bevande e attività accessorie consentite. Un ampio spazio e un soppalco per una consistenza catastale complessiva di 316 mq, attualmente allo stato grezzo – il primo – e un locale di 29 mq con terrazzo ad uso esclusivo di circa 180 mq, in discreto stato manutentivo – il secondo.

Durante l’estate la famiglia Catalano è intenzionata ad aprire nei locali anche un bar e lo Studio Sardellini Marasca curerà la progettazione e gli arredi. Lo chef sarà Tiziano Spegne Schiavoni, titolare dell’azienda Cucina Tizziano a Porto Recanati e, al momento, chef al ristorante Il Palombaro. «Sono anconetano – spiega – e proporrò un menù stagionale con le specialità anconetane, come lo stoccafisso. Ci avvarremo della collaborazione di produttori locali e sarà un ristorante con un ottimo rapporto qualità prezzo. Chiunque potrà venire a trovarci».