Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Rapina in un mini market di Ancona, in arresto tre giovani

Si tratta di due cittadini pachistani di 28 e 23 anni, e un cittadino indiano di 22 anni. I militari sono alla ricerca però di altre due persone coinvolte nel fatto. Con calci e pugni hanno distrutto le vetrate del negozio e sottratto al proprietario 1.200 euro

carabinieri
Foto di djedj da Pixabay

ANCONA – Nella mattinata di oggi, mercoledì 22 gennaio, i carabinieri della stazione di Ancona guidati dal luogotenente Savino Cortellino hanno arrestato per rapina aggravata in concorso e danneggiamento due cittadini pachistani di 28 e 23 anni, e un cittadino indiano di 22 anni.

I giovani, insieme anche ad altri due soggetti in corso di identificazione, sono responsabili di una rapina all’interno del mini market Sharif in corso Carlo Alberto undici giorni fa.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI – Più precisamente i tre uomini verso le ore 22.30 di sabato 11 gennaio mentre il proprietario del mini market si apprestava a chiudere l’esercizio commerciale, con tanto di saracinesca semi chiusa, hanno bussato alla porta vetrata d’ingresso. Quindi, hanno intimato al proprietario di consegnare tutti i soldi altrimenti avrebbero distrutto il locale.

Al rifiuto del proprietario, infatti, il gruppo è passato dalle parole ai fatti colpendo con calci e pugni la citata vetrata, arrivando persino a frantumare quella laterale. Approfittando della vetrata caduta i ragazzi hanno cercato di entrare all’interno del locale. Uno di loro è riuscito nell’intento venendo raggiunto dalla vittima che – posizionandosi davanti – ostacolava l’ingresso degli altri. Il ragazzo avrebbe così asportato dalla tasca del proprietario 1200 euro, l’intero incasso della settimana.

Poi il suono delle sirene dei carabinieri della sezione Radiomobile del N.O.R. li ha fatti scappare.

Per i tre, dunque, si aprono le porte del carcere di Montacuto.