I ragazzi di “L’Aurora” puliscono il bosco Mancinforte

La cooperativa "Irs l'Aurora" di Gradara, che si occupa di soggetti con dipendenze, sarà in prima linea per la pulizia di uno dei boschi meglio conservati del territorio al centro di Camerano

Il bosco Mancinforte

CAMERANO – Grazie alla Regione Marche, al Consorzio di bonifica, al Parco del Conero e ai ragazzi della cooperativa “Irs l’Aurora” di Gradara sarà fatto un intervento di manutenzione al bosco Mancinforte di Camerano.

«In qualità di sindaco di Camerano sono felice di testimoniare il buon uso di fondi pubblici che valorizzano il patrimonio umano e ambientale», dice Annalisa del Bello. Si chiama “Rio” ed è un progetto giunto alla sua terza edizione. Ha per oggetto lergoterapia per la bonifica del territorio, valorizza cioè il lavoro come terapia per soggetti con dipendenze patologiche.

La Regione intende così realizzare interventi ergo terapeutici finalizzati al trattamento e all’inclusione socio lavorativa di persone con problemi di dipendenze patologiche in carico ai competenti servizi dipartimentali (provati accreditati e pubblici), in collaborazione con il Consorzio di bonifica delle Marche, nelle attività rivolte alla cura e alla manutenzione di siti verdi e a rischio di esondazione. Destinatari del finanziamento sono quindi alcune associazioni, operanti in questo delicato ambito sociale, con capofila la cooperativa sociale “Irs l’Aurora”, presente sul Conero con una struttura a Massignano di Ancona. Per l’edizione 2017 il progetto prevede interventi in sette Comuni del pesarese e all’interno dei parchi regionali San Bartolo e Conero. Per quanto riguarda questo territorio, il progetto prevede attività di manutenzione del reticolo idrografico minore nei Comuni di Sirolo, Camerano e Ancona nonché, di manutenzione degli elementi di arredo e della vegetazione nei siti ricadenti nell’area del Parco del Conero con interventi da attuare nelle sei aree interessate delle cave di Massignano e fonte d’Olio, bosco Mancinforte di Camerano, Pian di Raggetti, anello della Pecorara e il Musone. Più in dettaglio saranno eseguiti lavori di sfalcio, ripristino staccionate, sistemazione bacheche danneggiate e pulizia in generale. Attività già iniziate e che termineranno entro fine anno. Insomma lavori che fanno bene alla salute e rendono più bello l’ambiente.