Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Analisi tecnica: cos’è e come si fa

Si può sfruttare l’analisi tecnica per scegliere un titolo azionario da acquistare, oppure anche per valutare come investire con strumenti finanziari derivati

L’analisi tecnica è uno dei metodi più utilizzati per la scelta degli asset su cui investire, fondamentale insieme all’analisi. Mentre quest’ultima ragiona sulle cause che possono portare a un aumento o a una diminuzione delle quotazioni di un bene, l’analisi tecnica si dedica invece allo studio dell’andamento delle quotazioni. Utilizza teorie economiche e metodi consolidati, che sfruttano l’effettivo studio dei grafici delle quotazioni dei diversi asset disponibili. Si può sfruttare l’analisi tecnica per scegliere un titolo azionario da acquistare, o anche per valutare come investire con strumenti finanziari derivati. Chiaramente nessun metodo di previsione può essere valido al 100%, molti trader però riescono a fare valutazioni molto accurate, sia nel breve che nel lungo periodo.

I metodi dell’analisi tecnica
All’atto pratico l’uso dell’analisi tecnica consente di delineare delle vere e proprie strategie di trading. Esistono infatti numerosi indicatori da valutare e strumenti da utilizzare che consentono di dare un’impronta precisa all’analisi tecnica svolta dal singolo trader. Tra le strategie di trading più utilizzate possiamo ricordare quella che sfrutta le bande Bollinger o le cosiddette candele giapponesi, oppure la strategia che si basa sull’RSI indicator. Le bande di Bollinger sono un tipo di indicatore economico che prende il nome da chi le ha ideate. Si tratta di andare a considerare un singolo asset, per poi visualizzare il valore della media mobile semplice, con una banda superiore che considera questo valore più n volte lo scarto tipo e una inferiore che valuta la media mobile meno n volte lo scarto tipo. Questo indicatore mostra la volatilità di un asset: più le bande sono vicine la volatilità è molto bassa, mentre aumenta al loro allontanarsi. L’indicatore RSI invece permette di valutare l’andamento delle quotazioni nel corso del tempo. Tale dato permette di comprendere se vi è in atto un trend al ribasso o al rialzo.

Le basi dell’analisi tecnica
Il trader che intende sfruttare i metodi dell’analisi tecnica trova in rete, e non solo, diversi corsi e approfondimenti. Seguire una guida o un corso dedicato a questi argomenti permette di avere le idee più chiare e di comprendere a fondo i diversi stili di trading adottabili. Si tratta in sostanza di avere a disposizione delle teorie che si basano su eventi facilmente individuabili, in modo da poter scegliere una speculazione partendo da una base teorica e pratica reale. Si evita così di farsi guidare dal caso, o dalle cosiddette intuizioni del momento. Esistono per altro dei veri e propri principi fondamentali dell’analisi tecnica, che prendono spunto da alcuni articoli scritti dall’economista Charles Dow. Si tratta di concetti che riguardano da vicino gli indici da considerare quando si fa analisi tecnica e l’interdipendenza degli stessi.

Come si fa analisi tecnica
Come abbiamo detto, esistono diverse modalità di esecuzione dell’analisi tecnica, la cui scelta dipende da una serie di fattori. A partire dal tipo di informazione che si intende ottenere da questo tipo di analisi, per arrivare alle predilezioni del singolo trader. Ognuno infatti tende a scegliere uno stile di trading del tutto peculiare, per il quale un tipo di analisi tecnica o di indicatore potrebbero risultare particolarmente utili da utilizzare e da analizzare. Nella prassi dedicarsi all’analisi tecnica significa osservare con attenzione ai grafici che riportano l’andamento storico di una quotazione. Spesso ci si concentra su un ristretto numero di asset, soprattutto per quanto riguarda i trader alle prime armi. È vero però che oggi esistono software in grado di eseguire alcuni compiti che riguardano l’analisi tecnica e che molti trader praticano l’analisi su numerosi asset. Dipende chiaramente dal tempo che si ha a disposizione a dal tipo di investimenti cui ci si vuole dedicare.

I trend di mercato
Per certi versi ciò che l’analisi tecnica rimanda è la presenza di particolari trend, nei mercati in senso generale o nelle quotazioni di uno specifico asset. Questo permette di effettuare previsioni su ciò che avverrà domani per quanto riguarda le quotazioni. È sempre bene fare attenzione però a come si considerano i dati ottenuti dall’analisi tecnica: è assai improbabile che la loro validità sia assoluta. Nel senso che l’andamento di una quotazione può sempre modificarsi in modo repentino; un trend appena iniziato potrebbe cambiare direzione o protrarsi nel tempo. Il rischio in una speculazione è quindi sempre reale, anche per chi esegue l’analisi tecnica in modo impeccabile.