Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Psicologia a scuola, Regione e Ordine siglano una proposta di legge

Accordo tra i due soggetti che hanno lavorato per garantire una continuità del servizio rivolto a studenti, docenti, famiglie e personale Ata. La soddisfazione della presidente dell'Opm Katia Marilungo

Katia Marilungo, presidente Ordine degli Psicologi Marche

ANCONA – Scuola, depositata ieri mattina – 29 marzo – la proposta di legge ‘Istituzione del servizio di psicologia scolastica’, concertata dall’Ordine degli Psicologi e la Regione Marche. Si tratta di un passaggio successivo al protocollo Miur/Cnop di ottobre scorso e che prevedrà interventi continuativi in favore e a supporto dell’intera comunità scolastica: alunni, docenti, famiglie e personale Ata.

La notizia è stata data dalla presidente dell’Opm Katia Marilungo, che ha mostrato grande soddisfazione: «Dopo anni di servizi di psicologia scolastica frammentati e limitati a singole province – ha spiegato – finalmente abbiamo raggiunto il traguardo di una proposta omogenea e globale, capace di rispondere alle esigenze dell’intero mondo scolastico». Un mondo messo a dura prova dall’emergenza sanitaria, ma che ha combattuto – e sta combattendo – tenacemente per resistere: «La pandemia ha fatto emergere fin dai primi giorni, in maniera schiacciante, il ruolo cruciale della scuola nelle sue funzioni formative e educative, nonché come luogo in cui intervenire in prima battura circa la prevenzione e la promozione della salute psicologica, soprattutto alla luce del disagio evolutivo, aggravato nel periodo del lockdown». Per questi motivi, in particolare, si era reso prioritario un intervento generalizzato piscologico per preservare gli attori delle scuole. E, l’accordo raggiunto, rappresenta una novità assoluta nel panorama regionale, fra i primi anche a livello italiano.

La presidente Marilungo si è attivata da subito, interfacciandosi in questi mesi con i consiglieri regionali Elena Leonardi e Marco Ausili, affinché il servizio di psicologia scolastica non cessasse a giugno, ma continuasse anche in futuro e addirittura in maniera ancora più funzionale. Arrivando, di recente, a realizzare una proposta di legge completa e dettagliata, in sintonia e continuità con il proprio ordinamento legislativo regionale. Al tavolo di lavoro ha partecipato anche la psicologa Federica Guercio, consigliere segretario dell’Ordine marchigiano.