Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Portonovo accessibile a tutti

É stato inaugurato ieri il percorso dedicato alle persone anziane, ai bambini, a quanti hanno difficoltà motoria e a quanti apprezzano un fondo agevole. Il progetto realizzato dal Parco del Conero rientra nell bando della Regione Marche “Sentieri per tutti”

Inaugurazione percorso a Portonovo (Foto: Parco del Conero)

ANCONA- Portonovo accessibile a tutti. É stato inaugurato ieri il percorso dedicato alle persone anziane, ai bambini, a quanti hanno difficoltà motoria e a quanti apprezzano un fondo agevole. Il progetto realizzato dal Parco del Conero rientra nel bando della Regione Marche “Sentieri per tutti”. Sarà quindi possibile costeggiare il lago Grande, ammirare il mare dalle Terrazze, lo scoglio del Trave o affacciarsi sulle sponde del lago Profondo in tutta sicurezza e comodità. Presenti all’inaugurazione il presidente del parco del Conero Gilberto Stacchiotti, Pierpaolo Sediari, vice sindaco di Ancona; Fabia Buglioni, vice presidente del parco; Annalisa Del Bello e Costantino Rerenato, sindaco e assessore del Comune di Camerano; Vitaliano D’Addato di Legambiente.

«Si tratta di un investimento che aiuta il turismo, rafforza la solidarietà, diffonde cultura, fa bene all’ambiente. Ancora una buona pratica per il nostro territorio- spiega Stacchiotti-. Il progetto è stato realizzato grazie ad un investimento messo per l’80% a disposizione della Regione Marche e cofinanziato dall’Ente  parco. La collaborazione tecnica del comune di Ancona ha consentito economie di spesa, quindi margini per apprezzati affinamenti progettuali. Va ricordata la disponibilità e consulenza fornite dalla Lega del Filo d’Oro per la ricerca delle più appropriate scelte progettuali indispensabili ad un’utenza ampliata». «Per rendere accessibile la bellezza di certe zone si cerca di fare il più possibile affinché tanta bellezza sia ammirabile da tutti» commenta Sediari.

«Lungo il percorso sono posizionati pannelli informativi sui diversi habitat presenti per favorire la conoscenza delle caratteristiche ambientali del sito ed in particolare sulla fauna alata che in questa zona del parco trova condizioni speciali- riferisce Roberta Giambartolomei, l’architetto del Parco che ha realizzato il progetto-. La presenza di targhette tattili in braille nonché di codici QR rendono ulteriormente accessibili le informazioni dei pannelli a fruitori ipovedenti o ipoudenti che hanno l’opportunità di un’agevole lettura oppure di ascolto attraverso specifiche App reperibili sul web. Speciali coni acustici al lago Profondo aiutano un migliore ascolto dei suoni della natura».

Il progetto ha consentito anche il rinnovo delle attrezzature dell’area picnic alle Terrazze e la creazione di una nuova nella zona servizi vicina al lago Grande. In entrambi i casi, una maggiore dotazione di panche e la collocazione di fontane a doppia erogazione progettate per l’avvicinamento di persone in carrozzina arricchiscono la piacevolezza della fruizione e la bellezza degli arredi. Alle Terrazze, la zona gioco per i bambini è dotata di scivolo e risalita adagiati sulla pendenza del terreno e un piccolo “labirinto” nel bosco da percorrere seguendo una fune posta tra gli alberi.