Pienone ad agosto nella Riviera del Conero. Ciccarelli: «Avanti con le ciclabili e più eventi di richiamo»

Buone le prenotazioni anche per i primi giorni di settembre e tempo permettendo, si potrà continuare a godere dell’estate per tutto il mese. Con l’inizio delle scuole, dalla metà di settembre sono attesi in riviera soprattutto turisti tedeschi

RIVIERA DEL CONERO – La Riviera del Conero fa il pieno di turisti ad agosto. Non solo tutto esaurito nella settimana di Ferragosto, le prenotazioni sono al completo fino alla fine del mese.

«La stagione sta andando bene, altre regioni a differenza della nostra non hanno registrato il pienone. Il maltempo di maggio e giugno ci ha svantaggiato ma il trend di questo mese è positivo- afferma Anna Maria Ciccarelli, presidente Associazione Albergatori Riviera del Conero-. Il mese di luglio, tolti i 4-5 giorni di brutto tempo, è andato abbastanza bene. Occorre fare un ragionamento sul turista che viene in vacanza qui a luglio perché i prezzi sono elevati: o si incrementano i servizi oppure si diminuiscono le tariffe».

Buone le prenotazioni anche per i primi giorni di settembre e tempo permettendo, si potrà continuare a godere dell’estate per tutto il mese. Con l’inizio delle scuole, dalla metà di settembre sono attesi in riviera soprattutto turisti tedeschi.

«Dobbiamo puntare molto sui mesi di settembre ed ottobre con nuovi prodotti e servizi. Le giornate sono ancora belle e vanno colte le opportunità che il territorio offre- dichiara la presidente Ciccarelli-. Il progetto delle ciclabili deve assolutamente essere realizzato nei tempi previsti. Ci sono percorsi che collegano tutte le Marche. Non dobbiamo perdere tempo e non dobbiamo perdere l’occasione di sviluppare questo prodotto turistico».

In vacanza nella Riviera del Conero ci sono molti italiani, soprattutto da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, e stranieri, tedeschi e olandesi. Ad agosto il tempo di permanenza è di una settimana.

Che cosa cercano i turisti? «Cercano mare pulito, spiagge ben curate e sentieri praticabili con una buona segnaletica. Per questo dovremmo prendere esempio dal Trentino Alto Adige. Gli eventi che i comuni della riviera organizzano per l’estate funzionano ma sono eventi di sostegno. Per aiutare gli albergatori a completare l’offerta turistica servirebbero piuttosto iniziative culturali, anche in altri periodi dell’anno. Ancona dovrebbe potenziare gli eventi di richiamo» conclude la presidente Associazione Albergatori Riviera del Conero.