Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Il pensiero al centro: l’Italia alla scoperta del Pure thinking

Scopriamo cos'è questa disciplina che favorisce una visione positiva della vita. Lo Yoga è tra i principali vettori per allenare il pensiero e permettergli di raggiungere la sua forma pura

Yoga
Lo Yoga tra le discipline per stimolare il pure thinking

ANCONA – Il “Pure thinking“, disciplina nata negli Stati Uniti e legata al pensiero positivo e puro, è pronto a sbarcare in Italia. Gli ultimi mesi, caratterizzati perlopiù dalla pandemia, hanno favorito l’incentivarsi al fine di esercitare un controllo maggiore sul corpo e sulla mente. In sostanza si cerca di essere ottimismi mantenendo un sano equilibrio. Secondo gli studi internazionali il pure thinking può aiutare a raggiungere i traguardi nella vita fondandosi sulla volontà di disintossicarsi da ansie e cattive abitudini alimentari e non solo, come ad esempio fumo, sedentarietà e sregolatezza.

Il Pure Encapsulations Observatory, dedicato al benessere psico-fisico e alla qualità di vita delle persone, vede il pensiero puro come una chiave di lettura molto importante in questo 2021. Abbiamo provato a parlarne con Patrizio Miscia, direttore tecnico del centro “Oki do Yoga Mei Sen” di Via Isonzo ad Ancona.

Fare Yoga, notoriamente, stimola il pensiero: «Il movimento del pensiero positivo c’è sempre stato – dice Miscia – ma è chiaro che in momenti come questi è idoneo a portare un nuovo cambiamento, un nuovo ascolto, una nuova azione. Tutto viene attivato da un cambiamento e le risposte arrivano soprattutto a chi vuole ascoltare la propria voce interna. Tutto ciò che è moda, ruota tra passato, presente e futuro. Niente viene inventato senza una consapevolezza. Il respiro è il primo nutrimento, un respiro regolare e profondo permette di alimentarsi sentendo ciò di cui si ha bisogno».

Nello specifico, parafrasando: «Ai giorni d’oggi si parla tanto di come mangiare ma in realtà sarebbe meglio mangiare di meno per poter sentire di che cosa si ha bisogno, avere fede per ciò che si sente, creare un atteggiamento di gratitudine su quello che si riceve e su quello che si desidera».

E poi un consiglio per esercitare lo Yoga e il pure thinking: «Se devo consigliare una pratica quotidiana, dico di allenarsi nell’ascolto del respiro. Si potranno scoprire tante cose e magari fissarsi dei propositi da realizzare per il giorno seguente. Ascoltate la voce interna».