Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Pediatra dei falconaresi e ex presidente della «Falco», addio al dottor Giorgio Leonardi

Si è spento all'età di 89 anni: un'ondata di affetto ha sommerso la famiglia, visto che in città lo conoscevano tutti, tanto era ben voluto come persona e come professionista

Una foto di squadra della Falconarese con il presidente Giorgio Leonardi (pubblicata su FB da Fabio Pauri)

FALCONARA – Addio al dottor Giorgio Leonardi, indimenticato pediatra di Falconara e presidente per oltre dieci anni della Falconarese. L’uomo si è spento ieri 10 maggio all’età di 89 anni e la notizia è stata colta con grande dispiacere da tutta la comunità, tanto era conosciuto e stimato come persona e come professionista. Era nativo di Jesi. Ma a Falconara aveva costruito la sua carriera di «medico dei bambini», seguendo intere generazioni di falconaresi. Bimbi diventati oggi genitori o nonni e che, tramite messaggi di cordoglio, si sono stretti attorno alla famiglia nelle ore più tristi.

Il dottor Giorgio Leonardi

Leonardi, oltre all’attività da pediatra, era stato dal 1996 al 2006 presidente della storica società di calcio locale, la Falconarese. Il suo periodo alla guida del club biancoverde coincise con l’approdo in Promozione e, soprattutto, con la grande crescita del settore giovanile, aspetto sul quale insisteva molto, considerato il suo amore per i più piccoli. Giorgio era misurato, generoso, dotato di signorilità e grande umanità. Caratteristiche che si riflettono nei pensieri di chi lo sta ricordando in queste ore. Compresi quelli di chi lo ha apprezzato nel mondo dello sport, dove è stato appunto un’anima dirigenziale.

La famiglia, la moglie Rosalba, i figli Paola, Monica e Piergiorgio, i nipoti, parenti e amici lo saluteranno per l’ultima volta domattina 12 maggio, alle 10.30, nella chiesa di Santa Maria Goretti a Falconara. La salma sarà tumulata nel cimitero di Castelferretti. «Se ne va un pezzo della storia della città», si legge sui social. Proprio vero. Perché il dottor Leonardi è stato anche questo. E, in particolare, un grande professionista, amato da tutti, per il suo lavoro e per la passione per l’attività sportiva.