Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Parco del Conero, Silvetti: «Tanti eventi solo per dare luce a questa realtà»

Chiusi il Festival e la sua appendice del Dopo Festival che, attraverso oltre 50 eventi tra formativi, informativi, spettacoli vari e occasioni di confronto, hanno animato l’estate del Parco del Conero

SIROLO – «Valorizzazione e conservazione non sono nemici ma anzi i migliori alleati perché solo conoscendo si può tutelare, solo valorizzando si può conservare in un percorso virtuoso che riguarda tutta la filiera istituzionale ma soprattutto coloro che vivono il Parco tutti i giorni o solo per il periodo delle vacanze» .

Ecco la sintesi con la quale Daniele Silvetti, Presidente del Parco del Conero ha virtualmente chiuso il Festival del Parco e la sua appendice del Dopo Festival che, attraverso oltre 50 eventi tra formativi, informativi, spettacoli vari e occasioni di confronto, ha animato l’estate del Parco del Conero.

L’ultimo appuntamento al Teatro del Conero ha raccolto una buonissima cornice di pubblico confermando l’interesse nei confronti del cartellone di eventi voluto dal consiglio direttivo dell’Ente parco.

Tanti i temi al centro della serata, dall’incoming turistico al cluster cultura, allo sport come veicolo di promozione attraverso anche i grandi eventi, alle attività imprenditoriali come volàno dello sviluppo e alla sostenibilità. Particolarmente stretto il legame con i più giovani.

«Abbiamo premiato gli studenti e gli istituti con i quali collaboriamo attivamente – ha ricordato Silvetti con riferimento all’IIS Savoia-Benincasa, l’Istituto Einstein-Nebbia e all’Istituto Mannucci – su progetti diversi che hanno prodotto risultati concreti ed esperienze importanti per il percorso formativo dei ragazzi grazie alla collaborazione con le associazioni di categoria» .

La serata è stata impreziosita dai brani eseguiti dai 40 maestri dell’Orchestra Fiati di Ancona diretta dal Maestro Mirco Barani.

Tra gli ospiti intervenuti, Maurizio Bartoli, Direttore della Riserva Statale del Furlo che sta portando avanti un progetto che riguarda lo strumento della “Joelette”, carrozzella da fuori strada a ruota unica che permette la pratica di gite alle persone a mobilità ridotta, presto a disposizione anche per il Conero, l’azienda “Giorgio Grati” di Camerano eccellenza della moda e, in collegamento da Miami (Florida), l’imprenditore Stefano Versace che ha avviato una catene di gelaterie oltre oceano partendo dal Conero, l’ampio cluster della cultura, la valorizzazione dell’ambiente natura che Loriana Tittarelli esprime attraverso l’arte dello “Stone Balancing”, che Afni, Associazione Fotografi Naturalistici immortala con gli scatti sapienti dei propri associati, che l’Associazione Riviera del Conero e Colli dell’Infinito provvede a esportare in tutti il mondo coinvolgendo turisti di cui l’associazione Albergatori della Riviera del Conero cura il soggiorno una volta giunti in zona.

Tra gli ospiti anche la campionessa del mondo di vela d’altura Claudia Rossi che ha suggerito soprattutto ai ragazzi “di inseguire i propri sogni senza paura di sbagliare o di fallire perché per chi si impegna davvero c’è sempre un premio”. Alle istituzioni ha chiesto di credere nello sport come veicolo di promozione del territorio come in occasione delle barche e degli equipaggi da tutto il mondo che hanno regatato di fronte al Conero.

«Abbiamo acceso le luci su questo parco – ha concluso Silvetti ringraziando tutto lo staff dell’Ente parco guidato dal direttore Zannini – ora dobbiamo continuare collaborando con chi ci sta ed è disposto a stare al nostro fianco, a chi ci crede e vuole contribuire a promuovere questa eccellenza unica che vogliamo farci invidiare sempre di più» .

«C’è tanto da fare, abbiamo cominciato, godiamoci il viaggio perché la destinazione è ignota anche a noi» ha concluso il Presidente del Parco del Conero.